Csttaranto.it: gas ed elettricità nella tua città

Il mercato dell’energia elettrica e del gas in Italia ha subito molte variazioni nel corso del tempo. Negli anni ‘60, in seguito alla nazionalizzazione del settore elettrico e del gas, nacquero due monopoliste: Enel nel mercato dell’energia elettrica e ENI in quello del gas. Gli anni ‘90 furono invece caratterizzati da un processo di privatizzazione, che segnò la fine dei due monopoli e la nascita di nuove società.

Per quanto riguarda il mercato dell’energia elettrica, va specificato che sono stati liberalizzati i processi di generazione (o anche nota come produzione) e di vendita, mentre il processo di distribuzione è ancora considerato un monopolio naturale, dove l’Autorità assegna sulla base di concessioni territoriali la distribuzione di energia. Ad oggi e-distribuzione (ex Enel Distribuzione) detiene circa il 90% della distribuzione totale.

Per quanto riguarda invece la vendita al dettaglio (ovvero al cliente finale), Enel possiede circa il 35% del totale, seguita da Eni e Edison (entrambe che detengono circa per il 4% del mercato), e altre piccole compagnie che operano o a livello territoriale, oppure utilizzando solo energie pulite e alternative. Enel è anche al primo posto per quanto riguarda la produzione dell’energia (grazie a ingenti risorse idroelettriche, eoliche, geotermiche e green), con circa il 22% del totale, seguita da Eni (con circa il 10%), Edison (7%), e altre più piccole come A2A, Iren, ERG, Sorgenia.

Inoltre, va sottolineato che con il decreto Bersani del 1999, il mercato energetico subì una divisione: venne creato da una parte il mercato libero, dove i clienti possono scegliere il proprio fornitore e le relative tariffe e offerte in base alle esigenze di consumo, e dall’altra il mercato a maggior tutela, per tutti coloro che non hanno sottoscritto un contratto nel libero mercato. Nel gennaio 2022 il Servizio a maggior tutela cesserà la sua esistenza, di conseguenza tutti i consumatori dovranno firmare un contratto nel mercato libero e scegliere dunque il proprio fornitore di energia.

 

Redactor

Written by gaiav

Updated on 24 Feb, 2020