Come richiedere il subentro con il Servizio Elettrico Nazionale

Scegli la tariffa luce e gas più adatta alle tue esigenze

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdi - dalle 8:30 alle 19:00

Cosa aspetti? Chiama ora!

Info

Sommario Si dovrà richiedere un Servizio Elettrico Nazionale subentro se è presente un contatore ma con il precedente contratto che risulta cessato. In questo caso si tratterà di riattivare la fornitura con il subentro, una operazione in tutto e per tutto analoga a una richiesta di attivazione.

 

Come richiedere un subentro con il Servizio Elettrico Nazionale

Il SUBENTRO con il Servizio Elettrico Nazionale è quella operazione che consiste nell’attivare a proprio nome un nuovo contratto di energia elettrica ma la condizione per effettuare questa specifica tipologia di operazione è che il contratto sia stato cessato dal vecchio intestatario.

Qualora così non fosse, ovvero ci si trovasse a dover cambiare l’intestatario di un contratto ancora aperto, allora si parlerebbe di voltura e non di subentro.

Per richiedere il Servizio Elettrico Nazionale subentro utenza bisognerà avere a disposizione:

  • Numero cliente.
  • Titolo abitativo per i contratti ad uso domestico.
  • Dati anagrafici del nuovo intestatario (cognome, nome, codice fiscale, recapito telefonico, email).
  • Indirizzo di recapito.
  • Potenza e tensione richiesta.
  • Uso della fornitura.
  • Eventuali coordinate del conto bancario.

DOCUMENTI SUBENTRO

Chiaramente chi avesse deciso di richiedere il subentro dovrà procurarsi un Servizio Elettrico Nazionale subentro modulo di adesione. Il modulo verrà inviato a seguito dell’adesione e su di esso dovranno essere riportati tutti i dati necessari già visti. Bisognerà allegare anche la Dichiarazione Regime Salvaguardia per i contratti a uso diverso da quello abitativo e, ovviamente, una fotocopia del documento di riconoscimento dell’intestatario del contratto o del legale rappresentante.

Per richiedere il subentro al Servizio Elettrico Nazionale contatta l’800 900 800 (da fisso dalle 7 alle 22 escluse le festività) o il 199 50 50 55 (da cellulare dalle 7 alle 22 escluse le festività)

I contatti per richiedere il subentro con il Servizio Elettrico Nazionale

SEN subentro Chi fosse interessato alla richiesta del subentro potrà farlo tramite i contatti del Servizio Elettrico Nazionale. Si potrà richiedere un subentro con il Servizio Elettrico Nazionale, e quindi con il mercato tutelato, solo fino al 2022. A partire da tale data infatti il mercato tutelato non esisterà più e gli utenti dovranno per forza di cose cercarsi un nuovo fornitore nel mercato libero. Questa non è una brutta notizia in quanto si apriranno nuove prospettive di risparmio. In ogni caso per richiedere il subentro con il Servizio Elettrico Nazionale si potrà recarsi presso uno dei tanti Punti Enel presenti nel territorio nazionale oppure chiamare il numero verde. Ecco i contatti utili per fare richieste al Servizio Elettrico Nazionale:

  • 800 900 800 (da fisso dalle 7 alle 22 escluse le festività)
  • 199 50 50 55 (da cellulare dalle 7 alle 22 escluse le festività)

Inoltre è possibile ottenere ulteriori informazioni sul Servizio Elettrico Nazionale a questo link. Dopo il contatto con l’operatore e la richiesta di subentro arriverà una lettera a casa del cliente con tutta la spiegazione per eseguire l’operazione e l’elenco di documentazione richiesta. Il cliente dovrà compilare il Servizio Elettrico Nazionale modulo di subentro e restituirlo compilato e firmato. Comunque il numero verde del Servizio Elettrico Nazionale non serve unicamente per il subentro ma anche per stipulare e disdire contratti, per modificare la potenza del contatore, per comunicare la lettura del contatore e inoltrare reclami.

Differenza tra voltura, subentro e allacciamento

Il Servizio Elettrico Nazionale subentro utenza è una operazione differente dalla voltura e dall’allacciamento anche se molti fanno confusione e pensano si tratti della stessa cosa. Si tratta in realtà di tre procedure ben diverse tra loro in quanto l’allacciamento andrà richiesto solo quando il contatore luce non è presente mentre il subentro quando è presente ma non più attivo. Se invece il contatore è attivo si dovrà procedere con la voltura, ovvero un cambio di nominativo sulle bollette.

Non dimenticare che...

Sono svariate le operazioni che puoi compiere con il Servizio Elettrico Nazionale, quali:

Come richiedere la voltura con il Servizio Elettrico Nazionale

Come fare in concreto a richiedere la voltura con il Servizio Elettrico Nazionale? Bisognerà anche in questo caso chiamare il consueto numero verde (800 900 800 o 199 50 50 55) oppure inviare una email (allegati@servizioelettriconazionale.it) o collegarsi all’area clienti del sito web del Servizio Elettrico Nazionale. Comunque per procedere con la voltura bisognerà avere a portata di mano l’ultima bolletta del precedente intestatario. Come nel caso del subentro bisognerà poi fornire alcuni dati al fornitore:

  1. Numero cliente.
  2. Titolo abitativo che attesti la proprietà.
  3. Dati anagrafici del precedente intestatario.
  4. Indirizzo di fornitura della casa.
  5. Lettura del contatore della luce.
  6. Dati catastali dell’immobile.
  7. Uso della fornitura.

Vuoi passare al Mercato Libero dell’Energia?

02 94 75 67 37

Info

I costi del subentro con il Servizio Elettrico Nazionale

A questo punto è lecito chiedersi quali siano i costi del subentro Servizio Elettrico Nazionale e bisogna sapere che sono fissati dall’Autorità. Qualora si decidesse di richiedere un subentro senza però l’aumento di potenza contrattuale bisognerà pagare 25,81 euro per oneri amministrativi (più IVA 22%), 23 euro di contributo fisso (più IVA 22%) e 16 euro di imposta di bollo. Il costo complessivo per il subentro sarà quindi indicativamente di 77 euro a cui andrà aggiunto anche un eventuale deposito cauzionale a discrezione del fornitore di elettricità. Ma quali sono invece le tempistiche per il subentro?

I tempi del subentro con il Servizio Elettrico Nazionale

Parlando invece delle tempistiche relative al subentro contatore con il Servizio Elettrico Nazionale bisognerà calcolarle con precisione così da avere la luce a disposizione una volta entrati nella casa nuova. Per quanto riguarda il subentro saranno necessari infatti 7 giorni lavorativi. Il fornitore avrà 2 giorni di tempo inoltrare la richiesta al distributore e quest’ultimo avrà solo 5 giorni per eseguire l’attivazione. Se si parla di riattivazione del contatore inoltre l’Autorità ha previsto un indennizzo per il cliente in caso di ritardo da parte del distributore che ammonta a 35 euro se l’attivazione avviene entro il doppio del tempo previsto (70 euro per il triplo e 105 euro oltre il triplo).

In ogni caso il sito e il numero verde del Servizio Elettrico Nazionale saranno a completa disposizione per fornire informazioni anche su come rateizzare la bolletta, segnalare guasti e inviare la disdetta.

Chiama ora per la tua offerta luce e gas!

Info

Redactor

Scritto da gaiav

Aggiornato su 13 Ott, 2020