Luca Petrone

Samsung e i suoi nuovi display piegabili, diamo un occhiata ai modelli più gettonati

L’anno appena incominciato si prospetta veramente ottimo sotto il punto di vista dell’innovazione e sviluppo del mondo tecnologico. Mentre l’intelligenza artificiale (AI) si fa sempre più centrale nelle nostre vite, con l’arrivo di programmi accessibili a tutti, come ChatGPT, il panorama tecnologico si prepara ad accogliere con nuovi mezzi le sfide future!

L’avvento di ChatGPT da parte di OpenAI segna l’inizio di una nuova era tecnologica, di cui l’AI è la sovrana! Grazie a questa nuova scoperta siamo passati in un vero e proprio nuovo periodo storico nel mondo della tecnologia. Infatti, con l’AI abbiamo una rivoluzione, terza dopo l’era di Internet e dei social media, e che prevede di impattare profondamente ogni aspetto della nostra quotidianità. Computer, smartphone, tablet, televisori e persino elettrodomestici, tutti saranno guidati dall’IA, che si auspica riesca a rendere l’esperienza utente più intuitiva e interattiva.

I dispositivi guidati dall’AI diventeranno quasi infallibili nel soddisfare le nostre esigenze quotidiane, anticipando appuntamenti, suggerendo acquisti e rispondendo autonomamente a e-mail e messaggi. L’AI, inoltre, promette di migliorare la qualità delle foto catturate e di ottimizzare le prestazioni dei dispositivi, rendendoli più veloci senza compromettere la durata della batteria.

Novità Samsung del 2024

Il 2024 vedrà il definitivo decollo degli schermi pieghevoli, che fino ad ora erano prerogativa degli smartphone di fascia molto alta. Adesso, invece, con l’introduzione di nuovi dispositivi “foldable” nei prossimi mesi, questa tecnologia diventerà sempre più accessibile. Non solo negli smartphone, ma anche nei computer e nei tablet, gli schermi flessibili cambieranno radicalmente il modo in cui interagiamo con i nostri dispositivi.

Al CES 2024, Samsung ha presentato non solo schermi pieghevoli ma anche innovazioni come lo “In&Out Flip“, uno smartphone pieghevole con design “a conchiglia” che si piega sia verso l’interno che verso l’esterno. Questa tecnologia offre un design più sottile e leggero, innovando totalmente il modo in cui ci si approccia al telefono normalmente! Ma non è tutto, sembrerebbe che la flessibilità di questi schermi si sia spinta fino al punto che riescano ad “arrotolarsi”! Il “Rollable Flex” di Samsung è un dispositivo unico che espande lo schermo fino a cinque volte le dimensioni originali quando viene srotolato, ottimizzando l’esperienza dell’utente durante viaggi e trasporti e quindi introducendo una nuova era di versatilità!

Tra le altre novità, la Samsung ha presentato una gamma di rivoluzionari display OLED. Per OLED si intendono quelli che utilizzano una tecnologia che creano schermi più sottili e meglio a colori. Funzionano grazie a piccoli materiali organici che emettono luce quando ricevono energia elettrica. Questo significa che non hanno bisogno di una luce aggiuntiva che proviene da dietro lo schermo, come è spesso il caso per i vecchi schermi. Dunque, tra questi spiccano i pannelli OLED ultra-sottili (UT) che riducono significativamente lo spessore, conferendo maggiore portabilità a laptop e tablet, oltre a supportare refresh rate variabili dal minimo di 1Hz, consentendo notevoli risparmi energetici.

tecnologia samsung-Omar Markhieh-Pexels.com

Un altro tipo specifico di display OLED, l’OLEDoS RGB, acquisito da eMagin, si distingue per una straordinaria risoluzione di 3500 PPI! Ció significa che offre un’esperienza di realtà estesa (XR) senza precedenti in termini di densità di pixel e luminosità.

Abbiamo poi nuovi monitor QD-OLED, con risoluzione UHD eccezionale e il primato di un refresh rate di 360Hz! Per questo motivo, si proiettano non solo nel settore del gaming e dell’intrattenimento, ma anche in ambiti professionali come la produzione video e applicazioni mediche.

Per concludere in bellezza, poi, abbiamo anche un aggiornamento alla terza generazione dei pannelli TV QD-OLED offre una luminosità massima superiore ai 3000 nit, posizionandoli come i display più luminosi disponibili al momento! Questo è anche risultato della collaborazione con Pantone, che garantisce una riproduzione cromatica fedele, facendo dei QD-OLED i primi display a ricevere la certificazione Pantone.

tecnologia-fauxels-Pexels.com

Dunque, come è evidente già da queste novità, sembra che il nostro futuro e la nostra quotidianità saranno sempre più intrecciati con i dispositivi tecnologici di cui usufruiremo e che loro, tramite l’intelligenza artificiale, saranno sempre più capaci di leggerci, prevederci e soddisfare i nostri bisogni specifici. Sarà quindi una esperienza più “intima” quasi, dove ci sarà una scoperta e un rapporto tra la realtà ed il virtuale sempre più coinvolgente.