risparmiare bolletta energia

Roberto Rais

Come risparmiare in bolletta: 10+ consigli da sfruttare oggi

Con il costo dell’energia che continua a crescere, scoprire come risparmiare in bolletta non è più un valore aggiunto, ma una vera e propria necessità.

Ma come conseguire questo obiettivo?

A beneficio di tutti i nostri lettori che desiderano sapere come tagliare i costi della bolletta, di seguito abbiamo riportato alcuni spunti utili, che si possono applicare fin da subito per risparmiare centinaia di euro ogni anno nelle bollette di luce e gas.

Fare un controllo iniziale

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti è quello di fare un controllo iniziale per esaminare la qualità degli impianti della tua casa. Meglio naturalmente rivolgersi a un esperto che possa comprendere quanto stai consumando e da dove arrivano i maggiori consumi.

Potresti così scoprire che un immediato risparmio può arrivare dalla sostituzione di qualche elettrodomestico molto energivoro…

Spegnere le luci

Tenere le luci accese quando non vengono utilizzate è un vero e proprio spreco di energia elettrica e di denaro. Non ci credi?

Inizia a considerare il fatto che per ogni lampadina da 40 watt accesa per un’ora, si consumano 0,04 kWh di energia, e che se la tua compagnia elettrica ti fa pagare – ad esempio – 10 centesimi per kWh di elettricità, significa che per ogni ora in cui la luce viene spenta, risparmierete 0,004 euro.

Non solo. Se spegni solo cinque luci in casa per 10 ore al giorno, risparmierete subito 6 euro al mese sulla bolletta elettrica. Dunque, più luci spegni (soprattutto se sono di potenza elevata), più risparmierai bolletta elettrica!

Pertanto, prendi l’abitudine di accendere la luce solo per la stanza che stai utilizzando in quel momento. E se fuori c’è il sole, sfrutta la luce naturale a vantaggio del tuo portafoglio!

bolletta energia

Cambiare le lampadine

Anche l’acquisto di lampadine più efficienti dal punto di vista energetico è un ottimo investimento: ti costeranno un po’ di più all’inizio, ma in poco tempo risparmierai ogni mese ripagandoti di questo sforzo extra all’inizio.

In linea di massima, una lampadina a LED certificata Energy Star permette alle famiglie di risparmiare circa 150 euro di energia all’anno, poiché consuma fino al 90% di energia in meno rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza (ormai vietate!) e dura fino a 25 volte di più. Non male, no?

Controllare le dispersioni termiche

Un altro consiglio che ti suggeriamo di non perdere di mente è il controllo delle dispersioni termiche. Le finestre fischiano quando c’è vento? Si sente l’aria entrare da sotto la porta d’ingresso? Le porte si chiudono bene?

Se hai risposto no a una o più di queste domande, allora probabilmente l’impermeabilizzazione della tua casa non ideale. Se non vuoi cambiare gli infissi, puoi almeno dotarti di pratiche strisce di protezione dalle intemperie per le porte e le finestre, che puoi acquistare a pochi euro, anche online, facendoti risparmiare diverse decine di euro l’anno.

Chiudere le porte

Tenere le porte esterne aperte quando il condizionatore o il riscaldamento sono in funzione è una pessima idea perché non solo lascerete fuoriuscire l’aria ma renderete molto più faticoso l’uso degli impianti domestici.

Programmare il termostato

Abbassare il termostato di qualche grado per otto ore al giorno può aiutarti a risparmiare il 10% sulla bolletta elettrica ogni anno. Puoi farlo alla vecchia maniera, cambiando il termostato quando ci si sveglia e regolandolo di nuovo prima di andare a dormire.

Se volete che le cose siano ancora più semplici, puoi acquistare un termostato programmabile (se rientra nel budget, ovviamente). Vi risparmierà la seccatura di ricordarvi di alzare o abbassare la temperatura mattina e sera, e non è nemmeno così costoso (alcuni partono da 15-20 euro).

Fare funzionare gli elettrodomestici solo se sono pieni

Elettrodomestici come lavastoviglie, lavatrice e asciugatrice devono essere usati solo se pieni perché altrimenti stai sprecando denaro lasciando che queste apparecchiature lavorino così tanto per così poco.

Leggi anche: Consumo degli elettrodomestici, facciamo chiarezza

Lava dunque a mano se hai bisogno di pulire qualcosa al più presto e aspetta di avere un carico completo di vestiti nel cesto prima di fare il bucato.

risparmiare energia

Fare attenzione allo stand-by degli elettrodomestici

Lo stand-by degli elettrodomestici fa sì che consumino energia anche quando sono spenti o non sono in funzione. Pertanto, inizia a scollegare i dispositivi e gli elettrodomestici quando non li utilizzi.

Ricorda che lo stand-by costituisce il 5-10% dell’uso residenziale di elettricità, senza alcun motivo…

Regolare il frigorifero

Ecco un altro dei piccoli accorgimenti che finisce però con l’avere un grande impatto. Dai un’occhiata alle impostazioni del frigorifero e personalizzala sempre in base alle tue esigenze, che dovrebbero essere quelle di mantenere i cibi freschi, ma fare in modo che l’unità non sprechi energia extra facendo gli straordinari per mantenere tutto “troppo freddo”.

Abbassare la temperatura dello scaldabagno

La maggior parte delle persone non si domanda se la temperatura dell’acqua è troppo alta. Si apre il rubinetto, esce l’acqua calda e la utilizza. Ma se la temperatura dell’acqua è troppo alta, potresti sprecare diverse decine di euro l’anno!

Imposta pertanto lo scaldabagno ad una temperatura gradevole ma non bollente. Ricorda però, d’altra parte, che una temperatura troppo bassa potrebbe compromettere la capacità della lavastoviglie di lavare correttamente ed eliminare i batteri. Trova dunque la giusta via di mezzo.

Verificare se ci sono sconti e incentivi

Informati presso la tua azienda fornitrice di energia o presso i concorrenti per vedere se ci sono promozioni disponibili che possono aiutarti a risparmiare su questa spesa domestica. A volte gli sconti sono previsti anche dai bonus energia del governo: informati, ne vale la pena!