Riscaldamento: conviene GPL o GAS METANO?


Sommario Riscaldamento gpl o gas per la tua casa? Ecco le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi di questi 2 combustibili per capire qual è il più conveniente.

È meglio gpl o gas per il riscaldamento della propria abitazione? Entrambi sono combustibili fossili a basso impatto ambientale che vengono utilizzati per il riscaldamento dei luoghi, dell’acqua e per la cottura dei cibi. Nello specifico, il gas metano è quello più utilizzato dalle famiglie e dalle imprese perché nel nostro paese ne è molto sviluppata la rete di distribuzione. Nonostante ciò, il gpl è comunque una valida alternativa al gas naturale, tanto che, in Italia sono ancora 7 milioni le famiglie che lo utilizzano.

Sotto molti aspetti queste 2 fonti energetiche sono molto simili, ma presentano anche importanti differenze che è utile conoscere per effettuare la scelta migliore. Anche in termini di prezzo del gas.

Per questo motivo nell’articolo seguente forniremo le caratteristiche principali del gpl e del gas naturale, i loro vantaggi e svantaggi e spiegheremo in quali situazioni conviene utilizzare l’uno piuttosto che l’altro.

Scopri di più su cos’è la trasmittenza termica del gas.

Riscaldamento gpl o gas: le caratteristiche

Come abbiamo anticipato, gpl e gas presentano molte peculiarità: sono entrambi combustibili gassosi a pressione ambiente e vengono estratti dai giacimenti presenti nel sottosuolo.

Gpl o gas?

La differenza principale, a livello molecolare, è che il metano è un idrocarburo semplice, formato da 1 atomo di carbonio e 4 di idrogeno, il gpl è invece è composto da diversi idrocarburi (nella maggioranza da propano e butano).

Una seconda differenza riguarda la modalità di trasporto di queste 2 fonti energetiche:

  • Gas metano: viene estratto, poi stoccato e trasportato fino alle utenze attraverso i metanodotti. In altre parole, la sua distribuzione avviene tramite la rete di distribuzione, estremamente sviluppata in Italia. Una casa allacciata alla rete, riceve il metano direttamente allo stato gassoso.
  • Gpl: viene anch’esso estratto allo stato gassoso, ma poi viene trasportato allo stato liquido. Arriva anche nelle abitazioni che non sono collegate alla rete di distribuzione, perché si trovano in zone difficilmente raggiungibili.

Un’ulteriore differenza è relativa alla modalità di utilizzo del gas e del gpl:

  • Gas metano: per essere utilizzato, è necessario che passi prima dal contatore che ne registrerà i consumi.
  • Gpl: per essere utilizzato dalle famiglie, deve essere stoccato in specifici serbatoi. Questi possono essere presi in affitto, in comodato d’uso oppure acquistati.

Potere calorifico:

Per quanto riguarda il potere calorifico di questi 2 combustibili, la differenza è davvero sottile. Per capirci meglio, possiamo dire che il valore del potere calorifico inferiore del gas metano è di 12.000 kcal/kg, mentre quello del gpl è di circa 11.500 kcal/kg, variabile a seconda della miscela composta.

È meglio riscaldamento gpl o gas?

Dopo aver descritto le particolarità più importanti, ora cerchiamo di capire se per la propria casa conviene di più il riscaldamento a gpl oppure quello a gas metano. Per trovare la soluzione migliore dobbiamo tenere in considerazione i vantaggi e gli svantaggi delle 2 diverse fonti energetiche.

Vantaggi e svantaggi gas metano

Ecco di seguito i vantaggi di avere un impianto di riscaldamento a gas naturale:

  • investimento iniziale poco elevato
  • basso impatto ambientale (combustibile pulito)
  • praticità d’uso notevole
  • impianto di piccole dimensioni (non è necessario il serbatoio)
  • prezzo del gas contenuto
  • misurazione dei consumi tramite il contatore

L’unico svantaggio del gas naturale, è quello di non poter rifornire le abitazioni che non sono collegate alla rete di distribuzione. Attualmente, tale rete si sta continuamente estendendo per poter raggiungere anche le case collocate in zone particolari.

Vantaggi e svantaggi gpl

Per quanto riguarda l’impianto a gpl, i vantaggi che possiamo ottenere sono:

  • investimento iniziale poco elevato
  • combustibile pulito
  • elevata praticità d’uso
  • possibilità di prendere in comodato d’uso il serbatoio
  • capacità di raggiungere qualsiasi zona, anche quelle più impervie

Gli svantaggi che possiamo identificare sono 2:

  • costo del gpl più elevato rispetto al metano (a proposito scopri le imposte sul gas, come cambiano per il tuo caso)
  • necessità di avere uno spazio adeguato per l’installazione del serbatoio

Vuoi risparmiare sulle bollette luce e gas? Chiamaci e attiva le migliori offerte come hanno già fatto mezzo milione di persone.

02 94 75 67 37

Info

Altri aspetti da tenere in considerazione

Un altro aspetto da tenere a mente quando si cerca di capire se è meglio gpl o metano per il riscaldamento, riguarda l’approviggionamento dei 2 combustibili:

Gas metano:

  • Il gas metano è distribuito dalla rete di distribuzione, perciò quello che dovrà fare il consumatore è semplicemente scegliere un fornitore e l’offerta più adatta rispetto alle proprie esigenze.
  • In seguito alla liberalizzazione del mercato del gas, gli utenti hanno tantissime possibilità di scelta tra i fornitori.
  • Questo mercato, è regolamentato dall’Autorità e il costo di un metro cubo di gas dipenderà dal mercato scelto: libero mercato o di maggior tutela.

Gpl:

  • Per ottenere il gpl invece, bisognerà innanzitutto installare un serbatoio, e in secondo luogo provvedere al suo rifornimento circa 1/2 volte l’anno.
  • Da sapere che, al giorno d’oggi, è possibile montare anche un contatore, oltre al serbatoio, così da rilevare e pagare solo i consumi effettivamente realizzati. Anche in questo caso, è possibile scegliere il fornitore migliore tra quelli presenti ma, a parità di calore prodotto, il costo del gpl è leggermente superiore al metano.
  • Inoltre, con il gpl, quando si stipula un contratto di fornitura, si è vincolati per 1 o 2 anni.
  • In poche parole, non è possibile cambiare fornitore fino alla scadenza del contratto, per la disdetta anticipata è previsto il pagamento di una penale.

Conclusione

gas metano o gplQuindi è meglio riscaldamento gpl o gas metano? Possiamo concludere dicendo che il gpl è ovviamente più conveniente nelle zone in cui la rete di distribuzione è molto lontana, e non è economico far collegare la propria casa ad essa, oppure non è proprio possibile eseguire l’allaccio.

Gpl e gas metano equivalgono sotto molti punti di vista: emissioni, potere calorifico e praticità d’uso. Nonostante ciò, il metano risulta essere sempre la scelta più pratica, in particolar modo per chi vive nei centri abitati.

Come passare da gpl a gas metano?

Se la tua abitazione è stata raggiunta dalla rete del gas metano, è consigliabile cambiare il combustibile dell’impianto di riscaldamento. Cosa è necessario fare? Dovrai eseguire l’allaccio della tua utenza alla rete di distribuzione, contattando un fornitore a tua scelta.

Inoltre, è utile sapere che, solitamente, viene cambiata la caldaia, perché una caldaia predisposta per il gpl non può funzionare per il gas metano. In realtà, è possibile adattare la caldaia attraverso un apposito kit di trasformazione, la procedura però deve essere eseguita da un tecnico specializzato.

Infine, si potrebbe procedere con la rimozione del serbatoio, che nella maggior parte dei casi, prevede il pagamento di un contributo.

A quanto ammonta il consumo medio di gas di ogni cittadino italiano?

Per risparmiare sulle bollette attiva le nostre offerte uniche ed esclusive, chiama gratuitamente il seguente numero

Info

Redactor

Scritto da CarolinaD

Aggiornato su 30 Mar, 2021