Prezzo gas al metro cubo: come fare per calcolarlo


Sommario Quanto costa il gas a metro cubo? È una domanda che sentiamo spesso, e in questa guida finalmente troverai tutte le informazioni necessarie. In particolare, potrai scoprire a quanto ammonta il prezzo del gas, le componenti gas in bolletta, e le tariffe dei migliori venditore gas in Italia.

Quanto costa un metro cubo di gas naturale? La risposta non è immediata poiché il prezzo del gas dipende da diversi fattori: zona di residenza, consumo effettivo (inquadrato in scaglioni) e soprattutto dall’offerta sottoscritta. Questa guida “Prezzo gas al metro cubo: come fare per calcolarlo” spiega come funziona ad oggi la tariffa del gas e come fare per risparmiare sulla sua bolletta.

Iniziamo subito parlando di quali sono le componenti del prezzo del gas.

Prezzo gas al metro cubo: le componenti

Quali sono le componenti del prezzo del gas oggi in Italia? Il prezzo del gas naturale in Italia è costituito da tre macro componenti, a cui vanno aggiunte le imposte:

  • Spesa per il gas naturale, che include il costo per la materia prima gas
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore, per il trasporto e la distribuzione del gas fino alle nostre case, lo stoccaggio e la misura
  • Spesa per gli oneri di sistema. Un importo minimo rispetto alle due precedenti. Copre gli incentivi per progetti di risparmio energetico.

Il costo che cambia da un fornitore all’altro è il prezzo della materia prima gas. La spesa per il trasporto del gas, la gestione del contatore e degli oneri di sistema sono stabilite dall’Autorità e sono uguali per tutti i fornitori e per qualsiasi offerta.

Entriamo nel dettaglio del prezzo della materia prima gas naturale.

Il prezzo della materia prima gas naturale

Cos’è il prezzo della materia prima gas naturale? Il prezzo della materia prima gas naturale è a copertura dell’acquisto del gas ed è variabile tra la tariffa tutelata e le varie offerte dei fornitori del Mercato Libero.

  • In Italia il prezzo del gas nel servizio di Maggior Tutela è stabilito dall’ARERA ogni tre mesi. Il cliente nel Mercato Tutelato può scegliere qualsiasi fornitore e pagare la bolletta con la tariffa regolamentata dall’ARERA.
  • Invece nel Mercato Libero, ogni fornitore può decidere il prezzo da proporre ai clienti, che può essere variabile oppure bloccato. Nel secondo caso il prezzo del gas è fisso per 1, 2 o 3 anni e il cliente rimane al riparo da eventuali aumenti del mercato all’ingrosso.

Per confrontare le tariffe e le offerte dei vari fornitori, vi segnaliamo qui il Portale Offerte messo a disposizione dall’ARERA sul proprio sito ufficiale.

Novità: da gennaio 2016 è stata introdotta una nuova versione della bolletta in cui è presente una voce che viene indicata come “costo medio unitario della spesa per la materia gas naturale” oppure “componente sostitutiva materia prima”.

Passiamo adesso ad analizzare la spesa per il trasporto del gas. Come si calcola?

La spesa trasporto gas

Come si calcola la spesa per il trasporto del gas? Bisogna partire dal presupposto che l’Italia va a questo scopo divisa in sei zone tariffarie, nelle quali il prezzo del trasporto e della distribuzione del gas (come anche oneri ed imposte) cambiano.

Per prima cosa, bisogna vedere dove ci troviamo.

Secondo fattore da tenere in considerazione: il prezzo degli oneri varia in funzione del consumo. Per ogni scaglione di consumo, elencato di seguito, è previsto quindi un prezzo diverso.

Per i consumi domestici, gli scaglioni di consumo sono sei:

  1. 1° scaglione da 0 – 120 Smc
  2. 2° scaglione da 121 – 480 Smc
  3. 3° scaglione da 481 – 1.560 Smc
  4. 4° scaglione da 1.561 – 5.000 Smc
  5. 5° scaglione da 5.001 – 80.000 Smc
  6. 6° scaglione da 80.001 – 200.000 Smc

Nota: l’assegnazione del cliente domestico ad uno scaglione di consumo piuttosto che a un altro avviene su base mensile. Il prezzo medio del gas naturale al metro cubo che questo dovrà calcolare sarà dunque diverso se il consumo si troverà per qualsiasi ragione a salire.

Chiarite le componenti, quanto costa un Smc di gas metano nel 2020?

Prezzo gas al metro cubo in Italia nel 2020

Prezzo metro cubo gasQuanto costa un Smc (standard metro cubo) di gas oggi in Italia? Ad oggi il costo del gas metano stabilito dall’ARERA per chi ha un contratto in regime di tutela è 0,123146 €/Smc. Nel Mercato Libero invece il costo è stabilito dai vari fornitori.

Quindi la risposta alla domanda di partenza è che il prezzo per standard metro cubo di gas dipende dal mercato che si sta considerando. Nel Mercato di Tutela, il prezzo della materia prima (il prezzo del gas metano) è unico ed è regolamentato dall’ARERA che lo ristabilisce ogni tre mesi.

Nel trimestre corrente (ovvero dal mese di aprile al mese di giugno 2020) il prezzo del gas stabilito dall’Autorità è pari a 0,123146 euro/Smc (con un calo del 38,6% rispetto al trimestre precedente).

Al contrario nel Mercato Libero, il prezzo della materia prima gas è definito autonomamente da ogni fornitore e può variare anche tra diverse offerte in base ai servizi e ad eventuali vantaggi inclusi o affiancati alla fornitura di gas.

Il prezzo della materia prima gas naturale è spesso la variabile di cui ci serviamo per comparare le offerte di diversi fornitori, perché è quella su cui questi possono agire nella proposta delle loro offerte, includendo sconti e promozioni. Entriamo nel dettaglio di questa prima voce di spesa.

Abbiamo parlato finora del prezzo del gas espresso per metri cubi, ma non è l’unica unità di misura. Che differenza c’è tra il prezzo in Smc (standard metro cubo) e il prezzo in mc (metro cubo)?

Vuoi risparmiare sulla bolletta del gas? Chiama ora un nostro esperto

02 94 75 67 37

Info

Prezzo gas al metro cubo: la differenza tra Smc ed mc

Che differenza c’è tra il prezzo in Smc (standard metro cubo) e il prezzo in mc (metro cubo)?

Dal luglio 2009 il gas naturale viene calcolato in Standard Metro Cubi (Smc) ai fini della fatturazione in bolletta. Questo perché il volume del gas varia in funzione della temperatura e della pressione esterna.

In parole più semplici, la stessa quantità di gas può avere un volume (in metri cubi fisici) diverso se si trova in Sicilia oppure in montagna al Nord Italia. L’ARERA ha quindi introdotto lo Standard Metro Cubo (Smc) che rappresenta l’unità di misura del gas che si trova in una precisa condizione, a temperatura e pressione standard. Lo standard equivale a una pressione atmosferica e alla temperatura di 15°C.

Il prezzo delle offerte si riferisce sempre allo standard metro cubo, anche se a volte viene indicato semplicemente in euro al metro cubo.

Per aiutare anche i clienti a calcolare una autonomia il consumo in Smc, è stato introdotto il coefficiente C.

Il coefficiente C del gas

Il coefficiente C è presente nelle bollette del gas ed è anche chiamato coefficiente correttivo dei consumi. A cosa serve? La sua funzione è assicurare che il cliente paghi l’effettivo contenuto di energia del gas indipendentemente dalla zona d’Italia in cui si trova la sua abitazione.

Il valore del coefficiente C varia a seconda del luogo in cui si trova l’utenza, in funzione della zona climatica e dell’altitudine.

Abbiamo visto come il coefficiente C assicuri agli utenti il corretto pagamento dei soli consumi effettivi. Ma ci sono altri accorgimenti per risparmiare sul saldo della bolletta del gas. Vediamo quali sono.

Prezzo gas al metro cubo: come risparmiare in bolletta

Quali sono gli accorgimenti per risparmiare sul saldo della bolletta del gas?

Con la liberalizzazione del mercato del gas è ora possibile scegliere tra le diverse offerte dei tanti provider (come Enel, Eni, Iren, A2A, Sorgenia e tanti altri). Il loro prezzo è solitamente inferiore rispetto a quello del Mercato Tutelato, tuttavia bisogna prestare attenzione per cogliere le reali opportunità del Mercato Libero.

Potete scegliere un’offerta a prezzo fisso oppure a prezzo variabile, che cambia seguendo le condizioni del mercato a cui viene applicato uno sconto. Ricordiamo che nelle offerte il prezzo indicato si riferisce sempre al prezzo materia prima gas.

Essendo il ventaglio delle tariffe tanto ampio, come assicurarsi di scegliere la più conveniente?

Prezzo gas al metro cubo: una panoramica delle tariffe

Tra tante tariffe, come assicurarsi di scegliere la più conveniente secondo il proprio consumo medio di gas?

Tra le varie offerte gas segnaliamo che quelle con contratto gestibile esclusivamente online hanno un prezzo del metano molto aggressivo, quindi molto conveniente. Nella maggior parte dei cavi sono riservate solo ai nuovi clienti ed offrono un prezzo bloccato per 12 mesi ed uno sconto di circa il 10%.

Si caratterizzano per il prezzo della componente energia bloccato per 12,24 o 36 mesi. Rappresentano una scommessa sull’aumento del prezzo del gas, infatti maggiore sarà l’aumento maggiore sarà il risparmio per l’utente. Lo sconto iniziale su questi contratti è più basso dei precedenti o a volte anche nullo. Tutto è in funzione dei numeri di mesi di contratto (più lungo è il contratto, maggiore è il rischio per il fornitore e quindi più basso lo sconto iniziale).

Contratti online a parte, passiamo ora in rassegna le tariffe di alcuni tra i principali provider italiani, come Enel, Eni e Iren, A2A e Sorgenia.

Vuoi sottoscrivere una tariffa gas conveniente? Già 560.000 persone in Europa si sono affidate al nostro servizio! Chiamaci.

02 94 75 67 37

Info

Prezzo gas al metro cubo: la tariffa di Enel

Di Enel, vi segnaliamo l’offerta Certa Per Te, con prezzo della materia prima gas bloccato per 1 anno a 0,19 €/Smc. L’offerta include l’attivazione del servizio gratuito Bolletta web (ma è valida anche con la bolletta cartacea) e prevede il pagamento con addebito su conto corrente o bollettino postale.

Per maggiori informazioni su questa o altre offerte, vi rimandiamo al sito ufficiale Enel.

Prezzo gas al metro cubo: la tariffa di Eni

Di Eni Gas e Luce vi presentiamo Eni Link: l’offerta con prezzo della materia prima gas a 0,144 €/Smc con uno sconto del 10% per il primo anno, se si scelgono l’addebito su conto e la bolletta digitale.

L’offerta include interessanti bonus come una prova Sky Tv + HD e Cinema per 60 giorni.

Per maggiori informazioni su questa o altre offerte, vi rimandiamo al sito ufficiale Eni.

Prezzo gas al metro cubo: la tariffa di Iren

La tariffa del gas proposta da Iren è 0,249 €/Smc.

Questa tariffa è accessibile con l’offerta Iren 10×3 Gas (che propone un prezzo fisso e invariabile per 2 anni) e prevede per i clienti che la attivano anche 30€ di bonus. Si può attivare in più modi: presso gli sportelli, contattando il numero verde o direttamente online.

Non è l’unica offerta gas: vi consigliamo di scegliere quella più adeguata alle vostre necessità di consumo sul sito ufficiale Iren o contattando il servizio clienti del provider.

Prezzo gas al metro cubo: la tariffa di A2A

A2A Click è l’offerta a prezzo fisso più conveniente di A2A Energia. Attivabile solo online, è un’offerta concepita totalmente digitale proprio per garantire il maggiore risparmio possibile a chi decide di attivarla in completa autonomia.

A2A Click può essere attivata separatamente per la fornitura luce e per la fornitura gas o per entrambe le forniture, permettendo la scelta, per la fornitura elettrica, tra un prezzo biorario o monorario. Ovviamente, come cerchiamo sempre di ricordare, la scelta tra un prezzo monorario e uno biorario deve essere guidata esclusivamente dalle proprie abitudini di consumo, che sono evidentemente soggettive.

Il prezzo della componente è 0,1600 €/Smc. Nota: è valido fino al 26/05/2020.

L’offerta è attivabile anche via WhatsApp e prevede la donazione di 25€ al Banco dell’Energia.

Per maggiori informazioni su questa o altre offerte, vi rimandiamo al sito ufficiale Eni.

Prezzo gas al metro cubo: la tariffa di Sorgenia

Del provider Sorgenia segnaliamo la tariffa Next Energy Gas, con un costo di 0,174€/Smc per la materia prima gas.

Si tratta di una tariffa molto conveniente, caratterizzata da un prezzo fisso per dodici mesi e dalla possibilità di pagamento tramite domiciliazione bancaria.

Per vedere il dettaglio di tutte le offerte di Sorgenia, vi rimandiamo al sito ufficiale.

Ma passare da un provider all’altro è difficile? Il cambio di offerta e/o fornitore potrebbe per voi diventare una necessità in vista di una maggiore convenienza. Vediamo come si procede e cosa viene richiesto a livello di dati e documenti.

Tutto sul prezzo del gas

Ai fini di monitorare prezzi del gas e consumi, ecco di seguito delle guide utili:

Come cambiare offerta per il gas metano

prezzo metro cubo gasCome si fa a passare da una tariffa all’altra?

Per un confronto gratuito e imparziale delle offerte ad oggi disponibili ricordiamo il Portale Offerte di ARERA. Per procedere alla comparazione delle diverse tariffe, tenete a portata di mano una bolletta dell’utenza del gas, se possibile la più recente per vedere se c’è una tariffa più conveniente di quanto state pagando attualmente.

Il cambio di tariffa è gratuito e una volta scelta la società a cui affidare l’utenza dovrete solo sottoscrivere il nuovo contratto e attendere che il passaggio sia effettivo. Le tempistiche del passaggio e della nuova attivazione prevedono un massimo di un mese.

Per procedere con l’attivazione del contratto, vi serviranno:

  1. dati anagrafici dell’intestatario dell’utenza
  2. l’indirizzo di fornitura
  3. Il codice PDR
  4. l’IBAN per attivare la domiciliazione bancaria
  5. un indirizzo email
  6. un documento d’identità

Ora che siete in possesso di tutte le informazioni per prendere delle decisioni consapevoli in merito alla vostra bolletta del gas e siete anche più informati sul prezzo del gas in Italia, concludiamo la nostra guida con una breve panoramica sulla situazione in Europa.

Qual è il prezzo medio del gas naturale in Europa?

Prezzo gas al metro cubo: la media Europea

Qual è il prezzo medio del gas naturale in Europa? Il prezzo medio nell’UE è pari a 0,0632€ per kWh.

Per i consumatori domestici, i prezzi più elevati del gas naturale tra gli Stati membri dell’UE nel primo semestre del 2019 sono stati osservati in Svezia, Paesi Bassi e Danimarca. Ungheria, Romania e Croazia hanno invece registrato i prezzi più bassi.

Il prezzo del gas naturale per le utenze domestiche in Svezia (0,1183 EUR per kWh) ammontava a più di tre volte il prezzo applicato in Ungheria (0,0346 EUR per kWh).

Parlando delle sole imposte, il loro peso è aumentato del 21% nel 2008, per salire al 27% nel 2019. L’importo relativo più basso della contribuzione fiscale nel primo semestre del 2019 è stato registrato nel Regno Unito (8,5%), dove è stata applicata al prezzo di base un’aliquota IVA modesta. La tassazione più alta è stata applicata in Danimarca, dove il 56,4% del prezzo finale era costituito da imposte e oneri; anche nei Paesi Bassi tale quota era superiore alla metà del prezzo finale (55,8%).

Vuoi risparmiare sulla tua bolletta gas? Scopri le nostre offerte esclusive non accessibili sul mercato!

Info

Redactor

Scritto da gaiav

Aggiornato su 10 Mag, 2021