Qual è il prezzo gas consumo medio per famiglie?

Cambia fornitore gas e risparmia più di 250€ all'anno sulle tue bollette

Chiamata gratuita - da Lunedì a Venerdì: dalle 9.00 alle 20.00
Sabato: dalle 9.00 alle 17.00

Parla con un esperto papernest e lasciati assistere nella scelta dell’offerta migliore per le tue esigenze

Notice


Sommario In questa pratica guida potrai trovare tutte le informazioni utili riguardanti il consumo medio di gas per le famiglie italiane, e quanto esse incide sulle loro spese mensili. Potrai inoltre trovare consigli pratici relativi a come risparmiare in bolletta gas e come calcolare il consumo medio.

Per capire quale sia il prezzo gas consumo medio per le famiglie italiane, bisogna considerare diversi fattori che vanno dal clima, fino alle caratteristiche della casa. Infatti non è così semplice calcolare il consumo medio, ancor più che il gas viene utilizzato prevalentemente per il riscaldamento degli ambienti, per la cottura dei cibi e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Per fare una stima è necessario considerare anche elementi come il numero dei componenti del nucleo familiare e le abitudini degli abitanti della casa. Anche se molti non ci pensano, il comportamento dei componenti della casa incide direttamente sul consumo di gas, soprattutto se si usa il gas per riscaldare gli ambienti.

In sostanza quindi il prezzo gas consumo medio cambierà a seconda dei casi. Ad esempio una stessa casa, con le medesime dimensioni, potrebbe avere consumi differenti da famiglia a famiglia, proprio a causa delle diverse abitudini. Di solito comunque gran parte del consumo medio di gas di una famiglia italiana è da imputare al riscaldamento degli ambienti.

Come calcolare il consumo medio di gas per riscaldamento

In Italia il gas viene utilizzato principalmente per riscaldare le abitazioni, in quanto, il sistema a gas è tendenzialmente più economico rispetto al boiler elettrico. A modificare sensibilmente i consumi di gas influisce anche, e soprattutto, la zona geografica dove si trova la casa. Il gas infatti non funziona come l’energia elettrica, in quanto, in Italia sono state individuate ben sei zone tariffarie diverse per gas metano. Il motivo di questa differenziazione geografica è dato dalla diversità della temperatura: più l’ambiente esterno è freddo e più ci vorrà, tendenzialmente, una maggiore quantità di gas per riscaldare la casa. Nel Sud e nel Centro Italia, a causa del clima meno rigido, si consuma meno gas rispetto al Nord Italia.

Per calcolare il prezzo gas consumo medio per riscaldamento di una casa, bisognerà tener conto ovviamente anche della superficie dell’abitazione. Ecco quindi quali sono nel dettaglio i parametri che incidono sul consumo di gas per riscaldamento:

  1. Zona geografica (per scaldare una casa a parità di tutti gli altri parametri a Milano si spenderà quasi il triplo rispetto a Messina)
  2. Efficienza dell’impianto di riscaldamento
  3. Isolamento termico
  4. Presenza di termostati
  5. Superficie dell’abitazione

E per calcolare la stima del consumo di gas per la produzione di acqua calda di una famiglia?

Come calcolare il consumo medio di gas per acqua calda

Soprattutto negli appartamenti cittadini e nei condomini, il riscaldamento non è di tipo autonomo ma è centralizzato. Questo implica che la caldaia sia dedicata solamente alla produzione di acqua calda per la doccia o per la cucina. In alcuni casi comunque la caldaia a gas riunisce, in un unico apparecchio, sia le funzioni di riscaldamento invernale, che quelle di acqua calda sanitaria (ACS). L’ACS può arrivare a impattare anche per il 15% dei consumi e dipende in gran parte dal numero di persone che vivono nell’abitazione. Una abitazione con un solo inquilino avrà come consumo annuo ACS circa 70 smc che diventeranno 130 con due inquilini e 190 con tre.

Risparmiare sulla bolletta gas

Per risparmiare sul gas è importante essere sempre aggiornati e confrontare le tariffe, per sceglie la più adatta in base ai propri consumi. Ecco di seguito delle guide utili:

  • come effettuare la manutenzione del serbatoio gpl a casa;
  • tutto sul riscaldamento gpl;
  • imposte sul gas e accise agevolate sul prezzo gas;

Quanto impatta la cucina sul consumo di gas di una famiglia

La bolletta di gas complessiva di una famiglia comprende quindi consumi diversi, tra cui anche quello del gas per la cucina. Di solito una famiglia media che utilizza il gas per acqua calda, riscaldamento e per cucinare, utilizza circa il 5% del gas consumato per la cottura di cibi, una percentuale sicuramente marginale e che varia a seconda della composizione del nucleo familiare.

Quali sono le voci che compongono la bolletta del gas

Parlando di prezzo gas consumo medio, è opportuno anche approfondire quelle che sono le diverse voci che compongono la bolletta. In particolare la bolletta gas è suddivisa in diverse componenti, alcune quote fisse e altre dipendenti dal consumo effettivo in un dato periodo.

La voce più importante nella bolletta gas è quella della materia prima gas e ogni fornitore può applicare un prezzo diverso per questa componente. Quindi esistono diverse tipologie di tariffe:

Scegliendo il fornitore giusto, con le offerte più vantaggiose, si potrà risparmiare non poco in bolletta, anche per questo può valere la pena prendersi tutto il tempo necessario per fare le giuste valutazioni.

L’importanza dell’isolamento termico per risparmiare

consumo medio gasAl fine di contenere il prezzo gas consumo medio, occorre prestare la massima attenzione all’isolamento termico delle abitazioni. Le case di nuova costruzione, solitamente, non hanno bisogno di isolamento termico perché riescono a riscaldarsi autonomamente, riducendo lo scambio tra interno ed esterno e sfruttando la luce solare.

Al contrario le case più vecchie potrebbero aver bisogno di una nuova coibentazione, così da ridurre la spesa media di gas per il riscaldamento e migliorare la vivibilità della casa. Per l’isolamento termico della casa si parte dalle parteti e si potrà realizzare un cappotto interno o un cappotto esterno all’abitazione. A esempio il cappotto termico consente di eliminare radicalmente i ponti termici, ovvero quei punti dell’abitazione dove c’è un maggior scambio di temperature tra interno ed esterno.

Altri due aspetti che sono interessanti da analizzare sono: cosa cambia tra riscaldamento centralizzato o autonomo in termini di consumi e spesa.

E, cosa cambia tra riscaldamento a gpl o a gas metano.

L’efficientamento energetico per risparmiare sulla bolletta gas

Un altro modo efficace per abbattere il prezzo gas consumo medio è quello di puntare sull’efficientamento energetico. Questo significa, in sostanza, ridurre possibili dispersioni di calore magari sostituendo i vecchi infissi della casa. Sempre nell’ottica di ridurre i livelli dei consumi normali, causati dalla caldaia a gas, si potrebbero installare delle valvole termostatiche sui termosifoni, che consentiranno di regolare, in modo autonomo, i consumi effettivi che si necessitano per il riscaldamento di una abitazione.

Vuoi risparmiare sulla bolletta gas? Già 560.000 persone in Europa si sono affidate al nostro servizio!

02 94 75 67 37

Notice

Calcolare il consumo di una caldaia gas

Ma come calcolare esattamente il consumo di una caldaia a gas standard? Una caldaia da 24 kW, per un’ora di utilizzo, può avere un consumo che varia tra i 2 e i 12 kWh (da 0,20 a 1,25 metri cubi di gas). Quindi il consumo medio di una caldaia a gas implica una spesa annua di 1000 euro, che corrispondono a circa 85 euro al mese. Sulla base di diverse stime, il costo medio della bolletta gas per una famiglia italiana ammonta a circa 971 euro, anche se tale cifra prende in considerazione i consumi relativi alla produzione di acqua calda e gas.

Il consumo della caldaia comunque dipenderà anche dalla sua potenza e da altri fattori:

Per limitare il consumo della caldaia a gas, si dovranno prendere alcuni accorgimenti, come ad esempio limitare le dispersioni di calore.

Come limitare le dispersioni di calore in una caldaia a gas

Al fine di risparmiare sui consumi della caldaia a gas, bisognerà limitare il più possibile le dispersioni di calore. A questo fine bisognerebbe eseguire una serie di operazioni utili fra le quali:

  • chiudere le imposte e le tapparelle al tramontare del sole
  • non coprire i caloriferi con tende troppo lunghe
  • regolare la temperatura dell’ambiente e utilizzare degli infissi isolanti o a risparmio energetico
  • sarà importante anche la corretta manutenzione della caldaia, che dovrà andare di pari passo con la buona efficienza dei radiatori. I radiatori infatti vanno spurgati periodicamente dell’acqua in accesso così da consentire una corretta circolazione di acqua e un adeguato riscaldamento dell’ambiente.

Per mantenere il giusto equilibrio nella gestione della temperatura domestica, così da pagare meno in bolletta, sarà anche consigliato differenziare la temperatura all’interno delle diverse stanze. Massimizzare il risparmio sul consumo gas della caldaia è anche possibile installando un timer centralizzato, che permetterà di regolare automaticamente la temperatura mantenendo il riscaldamento sempre costante.

Infine per massimizzare il risparmio gas bisognerà scegliere le offerte migliori tra i fornitori del mercato e libero e la maggior tutela (con tariffe decise dall’Arera), che andrà comunque a cessare nel 2022.

Trova la tariffa giusta per te e risparmia sul prezzo del gas!

Notice

Redactor

Written by gaiav

Updated on 11 Jan, 2021