Tutti i trend del 2020 per un Natale green in famiglia tra risparmio e sostenibilità

Il Natale è per molti il periodo più bello dell’anno, si fa festa, tutti sono più allegri, si respira una certa magia nell’aria e le città si illuminano e si abbelliscono con le più sgargianti decorazioni.

Quasi tutti noi però, in questi giorni ci ritroviamo a chiedere qualche sacrificio in più ai nostri portafogli… per regali, addobbi, pranzi e cene in famiglia e con amici. E’ innegabile. D’altronde tutti pensiamo che sia importantissimo far felici i propri cari e passare del tempo con loro, perciò non vogliamo rinunciarci, ma allo stesso tempo non dovremmo essere disposti a rinunciare neanche a limitare gli sprechi, soprattutto in un periodo di emergenza e difficoltà economica come quello che stiamo vivendo.

A farne le spese, quindi, nella ricerca di un compromesso, purtroppo è spesso l’ambiente, che diventa l’aspetto del nostro Natale sacrificabile. Ecco perché abbiamo deciso di fornirvi alcuni consigli per risparmiare qualche euro senza rinunciare alla magia del Natale e senza avere un impatto negativo sul nostro pianeta!

Le idee regalo green del 2020

Quante volte a Natale abbiamo provato a fare un regalo unico ed utile ad un amico con scarsi risultati? Quante volte abbiamo cercato invano “idee regalo originali”?

Quest’anno il trend natalizio è essere “green”: sia nell’organizzazione del nostro Natale che nella scelta dei regali.
Le tematiche di sostenibilità e rispetto per l’ambiente sono sempre più attuali e influenzano la maggior parte delle famiglie e dei loro atteggiamenti verso i consumi.

Ecco perché quest’anno sotto l’albero non potranno mancare i prodotti bio, naturali e ecosostenibili che non solo sono utili nella vita di tutti giorni ma contribuiscono anche alla tutela dell’ambiente con processi di produzione non inquinanti.

Le 5 idee del 2020 per dei regali green, a basso prezzo: 

-Una borraccia termica plastic free. Le borracce ormai sono un must e sono già presenti su molte scrivanie ed in molti zaini, ma quelle create totalmente senza plastica sono la nuova frontiera che aiuta a combattere l’inquinamento ambientale e soprattutto marino. Regalo immancabile sotto l’albero quest’anno!

-Una shopper per la spesa realizzata con cotone biologico riutilizzabile che andrà a prendere il posto dei soliti sacchetti di plastica che sono uno dei fattori che primi tra tutti partecipa alla formazione di inquinamento ambientale. Se avete un pò più di budget potrete optare anche per un pratico zainetto in cotone biologico.

-Una powerbank con pannello solare incorporato, per ricaricare tutti i vostri dispositivi ma in modo sostenibile, sfruttando cioè l’energia del sole invece di usufruire della vecchia presa di corrente. Nota da non sottovalutare: non rimarrete mai più senza batteria poiché non correrete il rischio di dimenticare di ricaricare la vostra powerbank.

Elettrodomestici a basso consumo energetico: un regalo più classico, ma perfetto per chi si trasferisce, arreda casa o ama cucinare. Fa parte dei trend dell’anno, grazie alle nuove tecnologie messe a punto per il risparmio energetico degli elettrodomestici, da sempre fonte di grandi consumi ed alte bollette della luce. Ricordatevi di controllare che la classe energetica del prodotto sia di tipo “A”!

-Un albero. Può sembrare strano, ma stanno proliferando i siti e le associazioni che permettono, a cambio di un piccolo contributo, di aiutare le foreste di tutto il mondo a non perdere la propria vegetazione. Queste associazioni si occuperanno di piantare il vostro albero dove preferite così da poterlo veder crescere negli anni. Se scegliete una quercia secolare, beh farà parte anche della vostra eredità!

Le decorazioni a cui non avevi pensato

Tutti gli addobbi natalizi dalle luci, ai presepi animati e dalle luminarie esterne alle decorazioni elettriche consumano energia e non poca. Per chi è attento all’ambiente ma allo stesso tempo adora il periodo natalizio, prendere la giusta decisione non è affatto facile.

Ecco allora che per limitare lo spreco superfluo di energia senza rinunciare alle decorazioni, si può optare per alcune decorazioni natalizie ottenute con prodotti riciclati o non inquinanti ed a prezzi irrisori:

– palline realizzate con perline riciclate da vecchi indumenti,
– pigne raccolte nel bosco con conetti di carta argentata all’interno per farle luccicare,
– fiocchi ritagliati da stoffe non più utilizzate
– angeli di vetro da appendere alla porta o sull’albero di Natale invece di quelli soliti in plastica
– coccarde di cartapesta all’ingresso
– luci e lampadine da esterno ad energia solare

Se poi non riuscite a rinunciare alle luminarie in casa, non vi preoccupate, ci sono degli accorgimenti che possiamo prendere per consumare meno energia e salvaguardare l’ambiente e la nostra bolletta della luce. Vediamo.

Come evitare un aumento dei consumi e delle utenze a Natale?

Innanzitutto ricordiamoci che rispettare l’ambiente vuol dire consumare meno energia. Quindi essere green implicherà fare attenzione a ridurre i consumi elettrici e risparmiare sulle relative spese in bolletta. Qualche consiglio su come fare? Eccone 4 che vi saranno molto utili ed a cui probabilmente non avete fatto attenzione prima:

  1. Prediligete lampadine e luci a led rispetto a lampadine tradizionali, consumano meno e durano di più
  2. Accendete le decorazioni natalizie solo quando siete a casa e spegnetele quando andate a dormire
  3. Tenete sotto controllo il riscaldamento della vostra casa, la temperatura consigliata è 20 gradi. Ricordate che è inverno, non c’è bisogno di essere in pantaloncini in casa
  4. Scegliete una tariffa luce e gas adeguata alle ore in cui siete maggiormente in casa. Si chiamano tariffe “monoraria” o “bioraria” e vi consentono di pagare meno l’energia elettrica in alcuni momenti della giornata. Fatevi furbi e scegliete l’offerta giusta in base alle ore in cui consumate più energia!

Sul sito web dell’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) troverete molti altri consigli riguardo al risparmio energetico sotto le feste natalizie.

Redactor

Written by carolinachiari

Updated on 11 Jan, 2021