pentolino sul gas

Pasquale Arrichiello

Quale è il modo più economico per far bollire l’acqua?

Gli esperti del settore energetico hanno illustrato il metodo più economico per preparare un piatto di pasta, o meglio, il metodo più economico per far bollire l’acqua. Considerando infatti che le bollette energetiche potrebbero aumentare nuovamente in questo inverno, all’interno dell’articolo cercheremo di mostrare ai nostri lettori come risparmiare del denaro confrontando vari metodi di bollitura, chiarendo una volta per tutte quale sia quello più economico da utilizzare. Con la prospettiva di un aumento significativo delle spese energetiche, le famiglie sono costantemente alla ricerca di modi per ridurre i costi, noi cominciamo a risparmiare proprio dalla cucina.

Esempio di forno a microonde
Esempio di forno a microonde-Mike Bird-pexels.com

Come far bollire l’acqua per risparmiare il più possibile? Il bollitore elettrico e la padella

Credo che la stragrande maggioranza degli italiani bolla l’acqua, che sia per la pasta o per una tisana, all’interno di una pentola o di un pentolino, e che l’utensile venga poggiato su di un classico fornello. Certo, negli ultimi anni il microonde ha avuto grande successo, l’oggetto è in grado di riscaldare i liquidi in pochissimi istanti, mentre nei paesi anglofoni è di gran moda il bollitore elettrico, ma quale tecnica è quella più economica? Scopriamolo insieme.

Gli esperti hanno illustrato come il metodo più economico per far bollire un quantitativo piccolo d’acqua, per preparare ad esempio un tè, sia utilizzare una padella coperta su un fornello a gas, anziché fare affidamento sul tradizionale bollitore elettrico. Questo approccio tiene conto del fatto che al momento il gas è più conveniente rispetto all’elettricità, sebbene richieda più tempo per portare l’acqua ad ebollizione. Tale risparmio cresce con l’aumentare della quantità d’acqua che ci serve, dunque per preparare un piatto di pasta, ad esempio, la classica padella sarà ancora più economica rispetto al bollitore.

Un bollitore con una potenza nominale di 3 kW impiega circa 52 secondi per far bollire 300 ml di acqua, consumando circa 0,043 kWh di energia al costo di circa 30 centesimi. Per preparare 100 tazze di tè, ciò si tradurrebbe in una spesa di circa un euro e cinquanta. Tuttavia, optando per il metodo tradizionale di far bollire l’acqua su un fornello a gas, si impiegherebbero circa 217 secondi e si consumerebbero circa 0,118 kWh di energia. Nonostante il tempo maggiore necessario per portare l’acqua a ebollizione sul fornello, il costo del gas risulta più conveniente. Pertanto, per preparare 100 tazze di tè, il costo sarebbe di circa 1 euro.

Un classico fornello a gas
Un classico fornello a gas-Dilyar Sultan-pexels.com

Il fornello a gas ed il microonde, quale conviene di più?

La risposta breve è che dipende da diverse variabili, tra cui il costo dell’elettricità rispetto al gas e l’efficienza relativa degli apparecchi coinvolti. In generale, tuttavia, un forno a microonde sarebbe leggermente più efficiente nel riscaldare l’acqua rispetto alla fiamma di un fornello a gas e dovrebbe consumare un po’ meno energia. Il risparmio si ha perché le onde di calore del microonde si concentrano sul liquido (o sul cibo), non sul riscaldamento dell’aria o del contenitore circostante, cosa che avviene invece con il classico metodo di cottura a gas.

L’unico problema del microonde però è legato alle quantità di acqua che riesce a riscaldare efficacemente. Con ciò voglio dire che tale strumento risulta sicuramente quello più economico quando si tratta di dover riscaldare un liquido per preparare una bevanda calda, ma non vi permetterà di ottenere gli stessi risultati su quantitativi di acqua elevati. Per preparare della pasta, o per bollire le verdure, ad esempio, il microonde non otterrà gli stessi risultati di un classico fornello a gas, che in queste situazioni risulta essere ancora la scelta migliore. Cercate dunque di scegliere tra questi due strumenti, alternandoli efficacemente, solo in questo modo riuscirete a risparmiare del denaro.