Microsoft-Salvatore De Lellis-Pexels.com

Luca Petrone

Microsoft: OneDrive avrà una versione offline

Negli ultimi anni abbiamo visto una immensa e veloce evoluzione delle tecnologie disponibili e, con queste, anche le nuove crescenti esigenze degli utenti. I tanti servizi offerti negli anni hanno vissuto grandissime modifiche negli ultimi tempi e le innovazioni, soprattutto grazie all’avvento dell’IA, sono straordinarie rispetto a cosa si poteva utilizzare anche solo fino a cinque anni fa.

Molte di queste innovazioni, come già detto, vengono dalle richieste degli utenti che, in costante comunicazione con gli sviluppatori, suggeriscono modifiche e miglioramenti. Dopo anni, la Microsoft ha deciso di accontentare i suoi utenti offrendo il suo servizio di cloud storage OneDrive anche in modalità offline.

OneDrive è utilizzato per tantissimi scopi da milioni di utenti principalmente per archiviazione e condivisione dei file in ambito sia personale che professionale, rendendo molto più semplice i processi collaborativi. OneDrive è anche conosciuto per la sua sicurezza, che offre diversi livelli dai più semplici ai più avanzati per documenti particolarmente importanti. Il suo utilizzo ha sempre e solo necessitato di una connessione ad internet ma da oggi vi si potrà scegliere anche di applicare la modalità offline su alcuni documenti specifici, per far sì che si possa lavorare e che si possano modificare anche in assenza di connessione. Questa opzione si rivela perfetta soprattutto per persone che viaggiano molto e che vorrebbero utilizzare il loro tempo di attesa tra uno spostamento ed un altro come risorsa per lavorare.

Gli utenti Microsoft hanno apprezzato molto questa modifica, poiché nonostante internet sia disponibile ormai quasi ovunque, il non dipendere da una connessione rende il lavoro privo di alcuna interruzione.

Microsoft-Salvatore De Lellis-Pexels.com
Microsoft-Salvatore De Lellis-Pexels.com

Questa modalità offline per OneDrive sul web è disponibile principalmente per utenti di lavoro e per gli ambienti scolastici.

Oltre alla modalità offline, Microsoft ha apportato delle modifiche anche allo storage stesso, cambiando e migliorando la sua facciata, i colori delle cartelle e molto altro ancora. Per quanto queste cose sembrino scontate, in realtà, la presentazione di un servizio influisce tantissimo sulla propensione dell’utente di utilizzarlo. Una facciata semplice e diretta da utilizzare, invoglia anche i meno esperti del settore tecnologico a dare una possibilità al servizio. Anche i colori, per quanto sembrino dettagli frivoli, sono capaci di fare la differenza tra una facciata intuitiva e facile da gestire ed una che ti indispone di più.

Con la nuova modalità offline, OneDrive consentirà agli utenti di aprire i file che sono contrassegnati come offline e che si spostano sui file preferiti nella sezione “home” di OneDrive, in totale assenza di internet. Ma come dicevamo, i cambianti riguardano anche la versione online. Ci sono stati miglioramenti sotto il punto di vista della velocità di caricamento, per esempio. Gli sviluppatori della Microsoft parlando, addirittura, di una velocità fino a 3 volte superiore alla versione precedente, durante la visualizzazione o l’interazione con i file in OneDrive sul web o dall’app di OneDrive in Teams o Outlook. Tutto ciò è reso possibile tramite l’app OneDrive Sync, che memorizza in modo intelligente una cache dei metadati dei file scelti.

lavoro offline-Andrea Piacquadio-Pexels.com
lavoro offline-Andrea Piacquadio-Pexels.com

Che sia chiaro, per il momento, questa versione offline è disponibile soltanto per gli utenti che utilizzano OneDrive in un contesto aziendale, o comunque lavorativo, e per i contesti scolastici. Gli account di Microsoft di questa natura avranno accesso a pacchetti diversi rispetto a quelli dei consumatori normali.

Se siete dirigenti di questi settori e siete interessati a questo nuovo servizio, per attivarlo, avrete bisogno dell’ultima app di sincronizzazione di OneDrive per Windows or macOS; dopodiché, dovrete dirigervi semplicemente su OneDrive online, tramite qualsiasi sia il vostro motore di ricerca, anche se Microsoft consiglia Chrome o Edge.

Questa nuova modalità offline integra la funzione esistente On-Demand dei file disponibili in OneDrive tramite Esplora file o Finder su Mac. Ora è possibile gestire la funzione File On-Demand direttamente dal browser, consentendo di selezionare i file che saranno sempre disponibili sul proprio computer!