Come fare l’allaccio gas per la seconda casa

Scopri come fare l'allaccio del gas in pochi minuti

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Parla con noi!

Info

Sommario: Leggi la nostra guida e scopri come eseguire l’allaccio del contatore del gas nella tua seconda casa.

Quando si acquista una seconda casa si corona spesso il sogno di una vita, ma occorre non farsi trovare impreparati in quanto bisognerà pensare a diverse cose contemporaneamente. Una di queste è sicuramente l’allaccio del gas nella seconda casa.

Qualora vi fosse il contatore gas ma fosse attivo, bisognerà richiedere un cambio intestatario utenze (voltura), mentre se il contatore fosse presente ma disattivato, bisognerà richiedere un subentro.

L’allaccio gas seconda casa invece, andrà pianificato per tempo, al fine di non andare incontro a brutte sorprese. Comunque è bene sapere che bisognerà richiedere un allaccio gas per la seconda casa solamente quando non vi sono i contatori.

Scopriamo assieme di più su modalità, costi e tempistiche di questa operazione.

Come funziona l’allacciamento gas per la seconda casa

Può purtroppo capitare che quando si acquista una seconda casa al mare o in montagna, ci si trovi sprovvisti di contatore luce e gas. In questi casi sarà necessario procedere quanto prima all’allaccio, così da collegare l’impianto alla rete del gas metano.

La richiesta andrà inoltrata al distributore locale, che è anche il proprietario dei contatori, se si desidera solo l’allacciamento. Qualora invece si volesse chiedere sia l’allaccio che l’attivazione della fornitura, allora si potrà contattare direttamente uno dei fornitori.

In questo secondo caso il fornitore luce e gas scelto avrà solo due giorni di tempo per inoltrare la richiesta di allacciamento al distributore locale. Quando si invia la domanda di allaccio gas seconda casa bisognerà allegare alcuni documenti utili, vediamo quali:

  1. Generalità del richiedente (documento di identità, recapito telefonico)
  2. Indirizzo email del richiedente
  3. Indirizzo dove deve avvenire l’allaccio gas
  4. Numero concessione edilizia

Non esiste differenza per quanto riguarda l’allaccio gas e l’attivazione della fornitura tra prima e seconda casa. Questo significa che si potrà intestare a proprio nome il contatore gas della seconda casa senza rischiare nulla.

Ma come avviene, passo dopo passo, l’allacciamento gas nella seconda casa dopo l’invio della richiesta al fornitore/distributore?

Chiamaci e ti assistiamo nell’allaccio gratuitamente

02 94 75 67 37

Info

Le fasi dell’allaccio gas seconda casa

Appurata l’assenza del contatore gas nella seconda casa e inviata la richiesta di allaccio gas correttamente al distributore, questi dovrà contattare quanto prima il cliente, al fine di fissare ora e giorno dell’appuntamento con un tecnico specializzato. La visita del tecnico è obbligatoria, in quanto, dovrà eseguire i controlli sullo stato dell’impianto per stabilire dove andrà installato fisicamente il contatore gas. Chiaramente l’entità del preventivo varierà a seconda dei lavori che dovranno essere eseguiti e sulla base dell’intervento. Dunque il tecnico stilerà un preventivo di spesa che verrà poi inoltrato al cliente via posta elettronica o tradizionale.

A questo punto il cliente dovrà rifiutare o accettare il preventivo. Qualora dovesse accettare, dovrà anche provvedere al pagamento mediante bonifico bancario o bollettino postale.

Dopo aver eseguito il pagamento, il tecnico dovrà presentarsi nuovamente sul posto, questa volta per l’installazione del contatore e per rilasciare il codice univoco identificativo dell’utenza PDR. Questo codice sarà molto importante in quanto servirà per le comunicazioni con il proprio fornitore per richiedere tutta una serie di operazioni che vanno dalla voltura fino alla richiesta di disdetta o all’invio di un reclamo.

Altri articoli utili per la tua seconda casa

Le tempistiche e i costi dell’allaccio gas per la seconda casa

Tempi e costi se si parla di allaccio gas per la seconda cosa sono davvero molto, ma molto importanti. Sbagliare tempistiche infatti potrebbe portare a fastidiose conseguenze. Molto meglio, quindi, informarsi per tempo così da non farsi trovare impreparati.

Le tempistiche per quanto riguarda l’allaccio gas per la seconda casa sono piuttosto lunghe. Dopo il sopralluogo eseguito dal tecnico incaricato di preparare il preventivo dei lavori per l’allaccio, il cliente dovrà ricevere questo preventivo entro 15 giorni lavorativi per lavori semplici e entro 30 giorni lavorativi per i lavori complessi di messa a norma dell’impianto.

Dopo l’accettazione del preventivo da parte del cliente che ha richiesto l’allaccio gas seconda casa, l’allacciamento gas dovrà essere realizzato entro 10 giorni per lavori semplici (con contatore di classe fino a G25), e entro 60 giorni per lavori complessi.

Per quanto riguarda i costi per l’allacciamento gas seconda casa, questi variano a seconda della zona geografica e della complessità dei lavori che, ricordiamolo, non sono regolati dall’Autorità. Di solito i costi per l’allacciamento gas seconda casa vanno da un minimo di 200 euro fino a un massimo di 1500 euro. Attenzione però perché per le richieste di connessione successive alla realizzazione dell’impianto per un allacciamento eseguito per uso prolungato si applicherà un contributo in quota fissa di 26,83 euro e un corrispettivo in quota fissa di 27,03 euro.

Come comportarsi in caso di lavori complessi per l’allaccio 

Qualora il tecnico, dopo aver eseguito il sopralluogo, dovesse appurare la necessità di lavori complessi per realizzare l’allaccio gas, il cliente deve sapere che le tempistiche per l’allacciamento dipenderanno anche dall’accertamento della documentazione prevista per il completamento della procedura. In particolare bisognerà allegare due documenti ben precisi:

  • Allegato H40
  • Allegato I40

Questi due alleganti attestano il corretto funzionamento dell’impianto e contengono anche una descrizione dettagliata dello stesso. L’accertamento può avere un costo che va da 47 a 70 euro a seconda della portata termica.

E’ comunque bene ricordare che anche se non esistono differenze tra prima e seconda casa per quanto riguarda l’allaccio gas, c’è però la differenza tra residenti e non residenti. Per massimizzare il risparmio in bolletta comunque il consiglio è quello di scegliere un fornitore gas che presenti offerte che siano in linea con i propri consumi medi annui.

Ricevi assistenza per l’allaccio del gas

Info

Redactor

Scritto da paoloa

Aggiornato su 13 Ott, 2020