Subentro Enel: costi, tempistiche e procedure

Desideri effettuare un subentro?

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Uno dei nostri operatori esperti è pronto ad assisterti!

Info

Sommario: La richiesta di subentro Enel va effettuata via email, telefonicamente o di persona, inviando la documentazione necessaria. Ha un costo complessivo di 48,81€ + Iva e si effettua in circa 7 giorni lavorativi. Continua leggere per maggiori dettagli.

 

Il subentro Enel è una delle possibili necessità dei clienti del Mercato Libero, che in tal caso devono inoltrare la propria richiesta direttamente a Enel Energia.

Che cos’è il subentro Enel?

Subentro Enel

Il subentro Enel è la riattivazione del contatore di energia  all’interno di un’abitazione, in occasione di un trasferimento in una nuova casa, vendita o affitto di un nuovo immobile.

Subentro Enel: come si fa?

Per richiedere il subentro della fornitura a Enel è possibile collegarsi al sito web ufficiale, a questa pagina, e scegliere una delle modalità di contatto messe a disposizione da Enel Energia.

Il subentro si può richiedere:

  1. online
  2. telefonicamente
  3. di persona 

Continua a leggere per avere maggiori dettagli sulla procedura.

Quanto costa il subentro Enel?

La voce subentro Enel costo corrisponde a un totale di 48,81 euro + Iva, composto da:

  • onere amministrativo di 25,81 euro
  • corrispettivo commerciale di 23,00 euro

Quale documentazione bisogna fornire?

Per richiedere il subentro Enel, bisogna raccogliere i seguenti dati:

  • nome e cognome dell’intestatario della fornitura,
  • codice fiscale o partita Iva,
  • codice POD identificativo del contatore (per la fornitura di energia elettrica)
  • oppure il codice PDR (per la fornitura di gas naturale),
  • codice Cliente
  • e lettura del contatore

Come inviare la richiesta di subentro:

Subentro online

Il subentro online si può richiedere seguendo tre step principali, ovvero: 

  1. Potete inoltrare la vostra richiesta di subentro comodamente on line, a questo link.
  2. Il contratto vi verrà poi restituito attraverso il canale (e-mail o posta) da voi prescelto, insieme a un modulo da compilare.
  3. La procedura termina con la restituzione del modulo – necessario ai fini dell’attivazione della fornitura.

Subentro per telefono o di persona

Una volta raccolti tutti i dati sopra elencati, è possibile procedere per la richiesta di subentro anche:

  • recandosi fisicamente in un punto Enel
  • chiamando i numeri 800 900 800 (da telefono fisso) oppure il 199 50 50 55 (dal cellulare) dove verrete guidati passo passo

In entrambi i casi riceverete il vostro contratto via mail, che andrà scaricato, compilato e inoltrato nuovamente a Enel. In alcuni casi capita che venga richiesto anche l’invio del modulo che attesti la proprietà o il regolare possesso dell’immobile per il quale si richiede la fornitura di energia elettrica o gas.

Con il subentro è facoltà del cliente:

  • scegliere se riconfermare la compagnia energetica del precedente inquilino
  • passare ad un’altra compagnia con condizioni tariffarie più vantaggiose

Le offerte Enel per il Mercato Libero sono consultabili sia sul sito ufficiale, a questa pagina, sia sul sito ARERA dove è presente un comodo comparatore di offerte.

Subentro, Voltura, o Allacciamento?

Importante non confondere il subentro con:

  • la richiesta di voltura da presentare a Enel, che consiste nel cambio di intestazione dei contratti di gas ed energia e si richiede quando un soggetto diventa nuovo proprietario di un immobile e chiede di mantenere le stesse condizioni contrattuali del precedente inquilino. Con questa operazione potrai semplicemente aggiornare i date dell’intestatario del contratto, lasciando invariate le condizioni previste dal piano tariffario scelto dal precedente inquilino
  • la richiesta di disdetta da inoltrare a Enel che andrà a bloccare il contatore
  • la richiesta di allacciamento con Enel che comporta al contrario l’attivazione del contatore

Affidati ai nostri esperti per effettuare il subentro, la chiamata è gratuita!

02 94 75 67 37

Info

Buono a sapersi:

I costi sono stabiliti dall’ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, con revisione annuale. Per chi sceglie di pagare tramite bollettino postale, è previsto anche l’addebito di un deposito cauzionale, che varia in funzione della tipologia di fornitura. Chi aderisce invece alla domiciliazione bancaria o postale, non è tenuto al pagamento di alcun deposito cauzionale.

Tempistiche del subentro con Enel

L’ARERA ha definito 7 giorni lavorativi come tempo massimo per la riattivazione di un contatore dell’energia elettrica, a partire da quando il cliente ha trasmesso la richiesta al fornitore.

In questi 7 giorni:

  1. il fornitore ha 2 giorni lavorativi per passare la richiesta al distributore,
  2. che ha poi a disposizione 5 giorni lavorativi per eseguire l’attivazione del contatore.

Se il distributore tarda, il cliente ha diritto ad un risarcimento automatico:

  • di 35 euro entro il doppio del tempo previsto
  • di 70 euro entro il triplo del tempo previsto
  • di 105 euro oltre il triplo del tempo previsto

Come seguire lo stato di avanzamento della pratica di subentro?

Terminata la richiesta di subentro e attivato il contratto con Enel Energia, quel che rimane da fare è registrarsi all’Area Clienti per poter accedere sia alle proprie pratiche – tenendole sotto controllo- che all’elenco dei contratti stipulati.

Subentro: la validazione del contratto

Validazione del contratto dopo subentro domestico

Per validare il vostro contratto di fornitura luce e gas ad uso domestico, dovrete compilare (oltre al contratto) anche un modulo in cui dichiarate il titolo che stabilisce il vostro possesso e utilizzo dell’immobile. Entrambi i documenti andranno inviati a Enel insieme alla fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

Tale documentazione può essere inoltrata a Enel Energia:

  1. tramite sito web enel.it accedendo all’area “titolarità immobile”
  2. via email all’indirizzo allegati.enelenergia@enel.com
  3. via fax al numero 800 046 311 se si tratta di una fornitura di energia elettrica o al numero 800 997 736 se invece si tratta di una fornitura gas
  4. per posta ad Enel Energia S.p.A.: Casella Postale 8080 – 85100 Potenza (per le forniture di energia elettrica), Casella Postale 1000 – 85100 Potenza (per le forniture di gas)

Validazione del contratto dopo subentro Enel partita iva o aziendale

Per perfezionamento del contratto di fornitura ad uso non domestico, è richiesto l’accertamento di alcuni dettagli.

  1. Caso 1: se per la fornitura interessata non risultano morosità pregresse, è sufficiente compilare e restituire il modulo per l’accettazione del contratto
  2. Caso 2: se per la fornitura interessata risulta morosità pregressa, le persone fisiche dovranno compilare e restituire il modulo relativo al titolo di disponibilità dell’immobile. Le persone giuridiche dovranno inviare copia del proprio contratto di locazione/vendita/comodato e, se iscritti alla Camera di commercio, allegare anche la copia della Visura Camerale.

Le diverse tipologie di subentro

Subentro Enel per decesso

Consigliamo in questo caso di consultare il sito ufficiale, alla voce “Voltura del contratto“.

Subentro e modifica potenza del contatore

Contatore Enel è aperto a richieste di modifica della potenza del contatore di 0,5 kW per potenze fino 6 kW.
Se la richiesta di modifica della potenza è contestuale alla richiesta di subentro, verrà emesso un preventivo sul quale verranno indicati i costi e i tempi di attivazione.

È comunque possibile richiedere la modifica della potenza anche in una fase successiva al subentro.

Subentro Enel con morosità

Esistono due casi:

  1. In caso il precedente intestatario non avesse pagato una o più bollette, non preoccupatevi: non riceverete alcun addebito.
  2. In caso ci fossero morosità pregresse sul punto di fornitura (POD/PDR), Enel Energia – anche a tutela del proprio credito – si avvale comunque del diritto di effettuare delle verifiche, anche consultando database propri o pubblici, al fine di rilevare eventuali relazioni tra cliente richiedente e precedenti intestatari e per approfondire gli avvicendamenti sul punto di fornitura.

Terminate le operazioni di verifica, Enel Energia potrà decidere:

  • di procedere regolarmente con il contratto di fornitura
  • di non accogliere la vostra richiesta di fornitura

Non verrà in alcun caso richiesto il pagamento della morosità pregressa riferita a intestatari diversi dal richiedente.

Affidati ai nostri esperti per effettuare il subentro, la chiamata è gratuita

Info

Redactor

Written by Paul

Aggiornato su 14 Set, 2020

Commenti

star star star star star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni