Foresta pluviale tropicale - Mohamed Sarim/Pexels.com

Vincenzo Tiano

Foresta pluviale e non, qual è la differenza?

La differenza tra la foresta e la foresta pluviale è spesso fonte di confusione. Questi due termini non sono la stessa cosa? In verità, condividono un filo conduttore, ed è attraverso queste somiglianze che questi due termini vengono spesso scambiati, ma una foresta è diversa da una foresta pluviale. È tempo di affrontare ciascuno per capire la differenza di entrambi.

Per capire la differenza, ogni parola deve prima essere definita. Una foresta è tra le principali forme di un ecosistema, un’area che ospita un gran numero di alberi. A parte gli alberi, ci sono una miriade di specie che vivono nella foresta, quindi è classificata come un ecosistema. La foresta pluviale è ulteriormente suddivisa in due regioni; foresta pluviale temperata e foresta pluviale tropicale.

La principale differenza tra una foresta pluviale temperata e una foresta pluviale tropicale è la posizione. Le foreste pluviali tropicali si trovano vicino all’equatore tra i Tropici del Cancro e del Capricorno. Le foreste pluviali temperate si trovano a nord del Tropico del Cancro ea sud del Tropico del Capricorno.

Le foreste possono essere classificate in vari modi. Un modo è distinguere la tipologia delle foreste attraverso la biospecie, la dominanza e le variazioni degli alberi; un altro è il clima, o l’esistenza di altri organismi. In realtà, sono numerose le classificazioni forestali proposte, ma non esiste uno standard accettato. Oggi, tuttavia, esistono alcuni tipi di classificazione comuni basati sui tipi di alberi e climi.

Foresta verdissima - Foto di veeterzy/Pexels.com
Foresta verdissima – Foto di veeterzy/Pexels.com

I tipi di foresta comuni includono la taiga, la foresta temperata di latifoglie, la foresta secca tropicale e infine la foresta pluviale. Una foresta pluviale è semplicemente una categoria sotto la classificazione delle grandi foreste. Come suggerisce il nome stesso, una foresta pluviale è caratterizzata dalla quantità di pioggia che sopporta, che dovrebbe essere compresa tra 1750 e 2000 mm. Le foreste pluviali esistono solo in condizioni climatiche umide o calde. Coprono meno del 10 percento del pianeta, ma sono abitate da più della metà di fauna e flora diverse. Come accennato in precedenza, una foresta contiene solo alberi, ma una foresta pluviale ospita la diversità delle specie, dalle piante rare agli animali estinti.

Il clima della foresta pluviale tropicale è più caldo di quello della foresta pluviale temperata. I livelli di umidità nel bioma della foresta pluviale tropicale vanno dal 70% al 90%. Questo clima caldo fa sì che la materia organica morta si decomponga molto velocemente, quindi lo strato di suolo nella foresta pluviale tropicale è molto sottile e privo di sostanze nutritive.

Tetto di foresta - Foto di Felix Mittermeier/Pexels.com
Tetto di foresta – Foto di Felix Mittermeier/Pexels.com

Le piante della foresta pluviale tropicale includono bromelie, orchidee, viti e altre piante da fiore. Alberi a foglia larga (decidui) come noci del Brasile, alberi di mogano, alberi della gomma, alberi di fico e alberi di cacao sono solo alcune delle centinaia di specie arboree che vi abitano. Molte delle piante della foresta pluviale tropicale hanno valore medicinale. Infatti, oltre il 25% delle medicine moderne proviene da specie di piante della foresta pluviale tropicale.

Oltre alle differenze tra foresta e foresta pluviale, entrambi condividono anche un’altra significativa somiglianza in quanto svolgono un ruolo vitale nel mantenere ecosistemi buoni e sani. È importante preservare e proteggere sia dall’impatto estremo delle calamità, dal riscaldamento globale e da altri elementi che potrebbero potenzialmente esaurire e distruggere la foresta pluviale. I dipartimenti della silvicoltura in tutti gli stati, o nazioni, si preoccupano di mobilitare i cittadini per essere consapevoli dal punto di vista ambientale dei mezzi per proteggere la struttura naturale dell’ambiente, compresa la fauna e la flora che lo abita e l’uso corretto di tutte le risorse rinnovabili.

Alcune specie di animali della foresta pluviale non sono ancora state identificate e denominate. Le foreste pluviali probabilmente ospitano molte specie di animali perché sono alcuni degli ecosistemi più antichi del pianeta. Delle molte specie di animali nelle foreste pluviali, si stima che oltre 50 milioni siano invertebrati. Alcuni animali delle specie della foresta pluviale includono rane freccia avvelenata, pappagalli, tucani, scarafaggi, farfalle, mantidi religiose, formiche tagliafoglie, scimmie urlatrici, formichieri, giaguari e serpenti corallo.