Cartello di protesta per discutere della crisi climatica

Pasquale Arrichiello

La crisi climatica ed ambientale, eccole spiegate in modo semplice

Nel seguente articolo ci occuperemo di un tema Green, che in realtà dovrebbe stare a cuore a tutti noi esseri umani, la crisi climatica mondiale. Il nostro pianeta da decenni ormai subisce un innalzamento annuale delle temperature in tutto il globo causato dall’uomo, ciò causa non pochi problemi all’ambiente. La crisi climatica rappresenta l’insieme dei fenomeni che alterano il clima del nostro pianeta, principalmente a causa del riscaldamento globale, e come tali mutamenti influenzino e compromettano gli ecosistemi terrestri.

Si tratta di una crisi complessa che porta diverse conseguenze ambientali, tra cui l’aumento delle temperature, le variazioni nei cicli delle precipitazioni, le siccità e il deterioramento degli ecosistemi con la conseguente riduzione della biodiversità. Inoltre, la crisi climatica ha ramificazioni su molteplici livelli sociali ed economici, alimentando e aggravando altre crisi, come quelle migratorie, economiche e agricole. Di seguito approfondiremo proprio questi temi snocciolando al meglio possibile tutte le questioni in merito.

Esempio di protesta pacifica per il clima
Esempio di protesta pacifica per il clima-Tony Zohari-pexels.com

Cosa si intende oggi per crisi climatica?

Il termine “crisi” solitamente denota un momento di svolta, di tensione o di distacco rispetto a uno stato di equilibrio. Nel contesto climatico, assistiamo da molti decenni a trasformazioni significative legate principalmente al fenomeno del riscaldamento globale. L’aumento delle concentrazioni atmosferiche di determinati gas ha portato ad un incremento delle temperature globali, innescando l’effetto serra, il quale ha impatti rilevanti sui modelli climatici, come le precipitazioni, la pressione atmosferica e la circolazione dell’aria. In altre parole, il riscaldamento globale ha alterato radicalmente il clima.

Naturalmente, in passato il clima del nostro pianeta ha subito variazioni e mutamenti. Tuttavia, l’attuale crisi climatica si distingue per la sua rapidità, intensità, origine e soprattutto le conseguenze. Le perturbazioni climatiche attuali sono uniche poiché sono causate principalmente dalle attività umane e hanno impatti significativi sia sugli ecosistemi naturali che sulle società umane.

Le principali cause della crisi climatica globale

Le variazioni climatiche possono derivare da cause “naturali”, come le fluttuazioni legate all’attività solare o cambiamenti a lungo termine negli equilibri climatici. Tuttavia, l’attuale crisi climatica non è attribuibile a queste variazioni naturali: il clima sta mutando in modo repentino, e ciò è dovuto principalmente alle attività umane. La causa principale del riscaldamento globale e del cambiamento climatico è l’aumento delle emissioni di gas serra prodotte dalle attività umane, in particolare dall’anidride carbonica (CO2). Altri fenomeni, come la deforestazione, il degrado del suolo e l’acidificazione degli oceani, contribuiscono anch’essi all’incremento della concentrazione di gas serra nell’atmosfera. Questi fattori concorrono all’innalzamento delle emissioni globali di CO2 e al conseguente riscaldamento del pianeta.

bellissima foresta con alberi fitti
bellissima foresta con alberi fitti-Felix Mittermeier-pexels.com

Le conseguenze di tutto ciò

Analizzando prettamente l’ambiente, la crisi climatica ha un impatto drammatico: altera gli equilibri climatici regionali, con conseguente aumento dei fenomeni di siccità, stress idrico e inondazioni, oltre a intensificare eventi meteorologici estremi come cicloni e tempeste. L’aumento delle temperature complessive aumenta anche il rischio di incendi e deflagrazioni boschive. Inoltre, il cambiamento climatico influisce negativamente sugli ecosistemi, disturbando gli equilibri naturali attraverso variazioni di temperatura e umidità, portando alla scomparsa di specie vegetali e animali e ostacolando i meccanismi di auto-regolazione. Questo porta ad una diminuzione della biodiversità e ad impoverimento dei suoli. Tali cambiamenti hanno ovviamente conseguenze significative anche sulle società umane.

Il deterioramento ambientale derivante dalla crisi climatica colpisce direttamente le società: la perdita di biodiversità impatta negativamente sull’industria e sull’agricoltura, mentre il degrado del suolo e i rischi climatici riducono i rendimenti agricoli e possono portare a carestie. Inoltre, i fenomeni climatici e meteorologici influenzano il nostro consumo energetico e l’approvvigionamento delle risorse. In breve, la crisi climatica si configura come una vera e propria crisi sociale.