Cambio fornitura di gas

Luca Petrone

Cambio fornitura di gas: ecco come e quando effettuarla

Vuoi cambiare il tuo fornitore di gas? Eseguire un confronto dei prezzi del gas è una pratica saggia per assicurarsi di ottenere un buon rapporto qualità-prezzo. Sia che tu stia acquistando gas ed elettricità insieme o da fornitori separati, confrontare i fornitori di gas può tradursi in significativi risparmi economici. Nel corso del confronto, è utile considerare diverse tipologie di tariffe gas, ciascuna progettata per soddisfare esigenze specifiche. Le principali tipologie di tariffe gas da considerare includono:

Tariffa Fissa: Questa opzione garantisce una tariffa unitaria fissa e un prezzo fisso per il gas per un periodo di tempo prestabilito. Mentre le tariffe rimangono invariate per la durata del contratto, le bollette possono variare in base alla quantità di gas effettivamente utilizzata.

Tariffe a tasso fisso per un periodo prestabilito: Queste tariffe generalmente durano tra i 12 e gli 18 mesi. Al termine del periodo concordato, passerai automaticamente alla tariffa a tasso variabile standard del tuo fornitore. Tuttavia, hai anche l’opzione di passare a una nuova offerta a tasso fisso, che potrebbe essere più conveniente. Confrontare attentamente queste opzioni ti consentirà di scegliere la tariffa gas che meglio si adatta alle tue esigenze e al tuo stile di consumo.

Le tariffe a tasso variabile, note anche come tariffe standard a tasso variabile (SVT), implicano che il prezzo del gas può fluttuare in base al costo corrente del gas sul mercato all’ingrosso. Questo tipo di tariffa diventa effettiva una volta che il contratto a tasso fisso si conclude.

L’aumento delle tariffe del gas è un problema che ha avuto un impatto globale. Diversi fattori, tra cui l’aumento della domanda in seguito all’uscita dei paesi dalla pandemia di coronavirus e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, hanno contribuito a rendere i prezzi del gas più volatili. Le società del settore del gas si trovano ad affrontare costi più elevati per l’acquisto del gas all’ingrosso, e tali costi vengono poi trasferiti ai consumatori. Questa impennata dei prezzi del gas all’ingrosso ha causato notevoli aumenti dei costi energetici per i fornitori, e tali aumenti vengono riflessi sulle bollette sia del gas che dell’elettricità, dato che il gas è utilizzato anche per la produzione di energia elettrica.

pentolino sul gas
pentolino sul gas-Teona Swift-pexels.com

I cambiamenti di un nuovo fornitore

Quando si decide di cambiare fornitore di energia, è essenziale considerare alcuni aspetti fondamentali che vanno oltre la semplice convenienza economica. Ad esempio, gli incentivi e le promozioni: Alcuni fornitori offrono incentivi, sconti o promozioni speciali. Esamina attentamente queste offerte per vedere se si adattano alle tue esigenze. Tenendo presenti questi fattori, puoi garantire di fare una scelta informata e adatta alle tue esigenze quando passi a un nuovo fornitore di energia.

Prima di iscriverti a un nuovo fornitore dovresti controllare il registro del suo servizio clienti per assicurarti che sia all’altezza. In questo modo puoi essere sicuro di non rimanere nei guai nel caso avessi bisogno di assistenza se qualcosa va storto. Puoi anche controllare le recensioni online. Portali di recensioni come Feefo, Trustpilot e Google Reviews sono tutti utili per capire il livello di servizio clienti di un’azienda.

La maggior parte delle aziende fornitrici di energia offre la possibilità di ricevere sia gas che elettricità, conosciuta anche come fornitura doppia. Tuttavia, è essenziale verificare se un particolare fornitore fornisce entrambi i servizi, poiché alcuni potrebbero offrire solo uno dei due. La decisione di optare per la fornitura doppia implica l’acquisizione di gas ed elettricità da un’unica compagnia, semplificando la gestione delle forniture energetiche per molte famiglie. Questa opzione può rendere la vita più agevole, avendo a che fare con un unico fornitore per entrambi i servizi.

Prima di effettuare un cambio, è consigliabile condurre una ricerca sui servizi online offerti dal tuo fornitore attuale. Elementi come l’accesso al tuo account online, la gestione delle bollette digitali e la presenza di un’app mobile efficiente sono risorse fondamentali per monitorare e gestire il tuo consumo energetico. Se desideri approfondire la conoscenza di un’app specifica o esaminare il servizio clienti di un’azienda, è consigliabile esplorare le recensioni disponibili online, ad esempio su piattaforme come gli app store di Apple e Android. Queste recensioni forniranno utili informazioni per valutare i punti di forza e di debolezza dell’applicazione e del servizio complessivo offerto dal fornitore energetico.

Programmi di fedeltà e premi: Se attribuisci importanza a programmi di fedeltà e premi, è consigliabile esaminare attentamente le opzioni offerte da ciascun fornitore. Ad esempio, Electric Ireland propone il suo programma di partnership “Real Rewards” con SuperValu, dove è possibile ottenere uno sconto di € 5 sulla bolletta ogni due mesi. Per i clienti SSE Airtricity che utilizzano il conto corrente TSB Explore per i pagamenti, è previsto il rimborso del 2% della fattura direttamente sul proprio conto. Bord Gáis Energy ha instaurato una partnership con il Bord Gáis Energy Theatre, offrendo ai clienti upgrade VIP gratuiti e accesso a prevendite esclusive per spettacoli di livello mondiale attraverso il Rewards Club.

Tariffa fissa vs tariffa variabile: Alcuni fornitori energetici offrono la scelta tra una tariffa fissa e una variabile, simile alla distinzione tra tassi ipotecari. Sebbene le tariffe fisse siano ancora relativamente rare in Irlanda rispetto al Regno Unito e all’Europa, alcuni fornitori le mettono a disposizione. La decisione tra tariffa fissa o variabile dipenderà dal valore attribuito alla certezza e dalla preferenza per la stabilità del prezzo durante il contratto.

Tassi di microgenerazione: Il nuovo schema di microgenerazione consente alle famiglie di essere compensate per la vendita dell’elettricità rinnovabile in eccesso generata dai loro pannelli solari. Tuttavia, il compenso varia significativamente tra i fornitori, quindi, se hai pannelli solari installati, potrebbe essere un aspetto da considerare.

Prezzo: Ultimo ma non meno importante, il prezzo rappresenta spesso la ragione principale dietro il cambio di fornitore energetico per la maggior parte dei consumatori.   Attualmente, il cambio di fornitore può portare a risparmi fino al 30-40% sulle tariffe standard nel primo anno. Se non desideri cambiare fornitore a causa di commissioni di uscita, considera l’opzione di adottare abitudini domestiche più sostenibili per ridurre il consumo energetico.