Antonio Pisaniello

I benefici dell’olio di ricino

Ricavato dai semi di ricino della pianta tropicale Ricinus communis, l’olio di ricino è una sostanza più densa e grassa dei più celebrati oli di argan o di cocco, caratteristica che rende questo prodotto un efficace ingrediente per la salute di pelle e capelli.

L’olio di ricino si ottiene proprio dai semi della pianta di ricino e, in questo caso, solitamente viene usato come medicinale, in particolare come lassativo naturale, sempre sotto consiglio medico, oppure tramite solventi. In quest’ultimo caso, gli utilizzi dell’olio di ricino sono tanti e diversi, oltre ad essere un toccasana per i capelli, è anche presente in molti saponi, prodotti per il make-up, coloranti e dolciumi. Cerchiamo di scoprire insieme quali sono le peculiarità di questo prodotto, quali i suoi benefici e come utilizzarlo per la salute quotidiana e per quella dei capelli.

Sebbene sull’olio di ricino ci siano ancora degli studi in corso, moltissimi specialisti in erboristeria sostengono che sia un ingrediente formidabile per la salute della pelle e dei capelli. Dunque, non solamente l’olio di ricino può aiutarci dall’interno, ma può anche dare un contributo decisivo se viene applicato topicamente.

L’olio di ricino viene infatti ritenuto una buona risposta per contrastare i segni dell’invecchiamento senza ricorrere a sieri o iniezioni poco naturali. Per idratare la pelle, per esempio, è sufficiente immergere un piccolo batuffolo di cotone nell’olio di ricino e applicarlo sulla pelle prima di andare a letto.

Come se non bastasse, l’olio di ricino è anche tradizionalmente utilizzato per le sue presunte proprietà curative contro la pelle secca, l’eczema, la dermatite, la rosacea, la psoriasi e altre patologie cutanee.

Spostandoci poi ai benefici sui capelli, l’olio di ricino contiene acidi grassi e proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a prevenire la caduta. Di fatti, ricco di acidi ricostituenti, l’olio di ricino può aiutare a mantenere i capelli forti e sani, ritardando anche l’arrivo delle temute doppie punte. Basterà usare un applicatore per spennellare l’olio di ricino e ottenere un siero formidabile.

Ci sono effetti collaterali nell’uso dell’olio di ricino per via topica?

Come abbiamo anticipato qualche riga fa, gli studi sull’olio di ricino sono ancora in corso e, dunque, se applicato per via topica non è certo possibile escludere alcuni effetti collaterali, come reazioni allergiche e eruzioni cutanee, prurito e irritazione, gonfiore e orticaria. Si consiglia dunque sempre di effettuare un patch test di 24 ore quando si provano nuovi ingredienti come l’olio di ricino, per escludere eventuali anomalie nella reazione della propria pelle.

Come usare l’olio di ricino?

Fatte salve queste premesse, cerchiamo di comprendere come usare l’olio di ricino per la pelle e per i capelli.

In caso di pelle infiammata e irritata, che richiede un nutrimento aggiuntivo, si può tamponare un po’ di olio sulle aree interessate mattina e sera, diluendolo: ricordiamo infatti che in alcune zone del corpo più delicate, come il viso, l’olio di ricino dovrebbe essere sempre diluito in proporzione di 1:1 con altro olio come quello di oliva o di cocco.

Per le doppie punte si può usare in modo simile: basta mettere goccia di olio di ricino nel palmo della mano e scaldarlo con l’altra mano prima di lisciarlo sulle punte dei capelli. Per una maschera per capelli rigenerante, mescolalo con olio di cocco e lascialo in posa per tutta la notte.

Gli effetti benefici sui capelli

L’olio di ricino è senza dubbio quello più noto e utilizzato sui capelli, almeno da tutti coloro che desiderano averli luminosi, sani e forti. L’olio di ricino possiede proprietà idratanti e rinforzanti per questo è indicato soprattutto per capelli fini, secchi, sottili, con doppie punte o per quelli che si spezzano facilmente. Per questi tipi di capelli l’olio di ricino può essere applicato in purezza, ciò significa che possiamo versare un paio di gocce sulle punte umide prima dell’asciugatura con phon, oppure sull’intera chioma ma con il fine di non appesantirla troppo. In ogni caso, l’olio di ricino è efficace per tutti i tipi di capelli, contribuisce ad eliminare l’effetto lucido su quelli grassi e a rendere più sani e forti quelli sottili.

Inoltre, l’uso dell’olio di ricino risulta molto utile anche per altre problematiche come la dermatite seborroica e le desquamazioni, in particolare quelle causate dai funghi di tipo malassezia che causano la forfora ma anche calvizie o alopecia. L’olio di ricino favorisce una rapida crescita.