Autorità energia: chi sono e cosa fanno

Hai bisogno di assistenza per la tua fornitura di energia?

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdi - dalle 8:30 alle 19:00

Chiamaci subito!

Info

Sommario: Autorità energia: quali sono le autorità nel settore elettrico e quali sono le loro competenze? Facciamo chiarezza per orientarci nel mercato italiano.

Vi sarà capitato molte volte di chiedervi quali sono le autorità del settore elettrico, quali sono le loro competenze e che influenza hanno sul consumatore. Questo articolo “Autorità energia: chi sono e cosa fanno” vi aiuterà a farvi un’idea più chiara di com’è fatto il mondo dell’energia elettrica.

Per capire quali sono gli attori principali del settore energetico e le loro funzioni, vediamo prima di tutto come funziona la filiera dell’energia nel nostro Paese.

Energia elettrica: le 5 fasi della filiera

Quali sono le fasi della filiera elettrica?

La materia prima deve essere convertita in energia elettrica per essere consumata nelle nostre abitazioni. Si tratta di un processo che richiede vari passaggi:

  1. Generazione: questa prima fase è composta dalla trasformazione dell’energia in energia elettrica.
  2. Vendita all’ingrosso: l’energia viene poi immessa nella rete e venduta all’ingrosso.
  3. Trasmissione: dopo la vendita all’ingrosso, l’energia elettrica viene trasportata, dalle società produttrici, ai distributori locali sulla rete nazionale ad alta tensione. Questa seconda fase della filiera elettrica riguarda la trasmissione. Terna SpA, che opera in monopolio, è il gestore della rete di trasmissione nazionale e ha il compito di consegnare l’energia elettrica nella rete di distribuzione regionale e locale.
  4. Distribuzione: i distributori si occupano di trasformare l’energia da alta a media/bassa tensione e della distribuzione ai clienti finali. Le società di distribuzione sono anche responsabili delle attività di rilevazione dei dati di misura.
  5. Vendita al dettaglio: di questa ultima fase di contatto con i clienti finali si occupano i fornitori come Enel, Eni e molti altri.

Abbiamo visto nel dettaglio la filiera dell’energia e abbiamo menzionato importanti attori di tale mondo come i gestori (Terna), i distributori e i fornitori, ma non abbiamo parlato della produzione dell’energia elettrica.

Come viene prodotta l’energia elettrica in Italia?

Energia elettrica: come viene prodotta?

La produzione di energia elettrica in Italia come funziona?

In Italia l’energia elettrica viene prodotta attraverso fonti non rinnovabili – come il carbone, il petrolio e il gas naturale – e fonti rinnovabili.

distributoreI distributori sono responsabili della consegna finale al cliente: trasportano l’energia in media e bassa tensione attraverso le reti cittadine. Si occupano della gestione della rete di distribuzione e dei contatori di cui sono proprietari. Inoltre, realizzano l’allacciamento dell’utente, la misura dell’energia, la lettura del contatore, e altre operazioni tecniche come la riparazione dei guasti.

C’è un importante differenza tra i distributori e i gestori della rete: il gestore di rete (Terna) si occupa solo di trasportare l’energia sulla rete e – a differenza del distributore – il gestore si incarica anche del dispacciamento.

Chiarito ogni dubbio sulle prima fasi della filiera, torniamo ora al consumatore finale: lo facciamo parlando di differenza tra Mercato Libero dell’energia e Mercato Tutelato e tutela dei suoi diritti, per cui arriveremo all’Autorità per l’Energia (ARERA).

Che differenza c’è tra Mercato Libero e Tutelato?

Chiama gratis per saperne di più!

02 94 75 67 37

Info

Scopri chi è l’acquirente unico e la csea.

Energia elettrica: differenze tra Mercato Libero e Tutelato

Quando ci si trova a scegliere un’offerta luce, che differenza c’è tra Mercato Libero e Tutelato?

Buono a sapersi:

In Italia, la liberalizzazione del mercato energetico è iniziata con il decreto Bersani del 1999. I consumatori, ad oggi, possono ancora scegliere se affidarsi al Mercato Libero o rimanere nel Mercato Tutelato, ma dal 2022 avverrà la totale liberalizzazione del mercato.

Il cliente tutelato sottosta alle tariffe regolate dall’Autorità per l’Energia (ARERA), stabilite trimestralmente. I clienti del Mercato Libero, invece, scelgono l’offerta del fornitore che meglio si adatta alle proprie esigenze di consumo. Ogni fornitore stabilisce in totale libertà tariffe, promozioni e scontistiche particolari.

A chi è affidata la tutela del consumatore del Mercato Libero?

Energia elettrica e tutela del consumatore: ARERA

L’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) è l’organismo indipendente che si occupa di tutelare i consumatori e promuovere concorrenza ed efficienza nel settore dell’energia elettrica e del gas.

Tra le sue principali funzioni in tema di energia elettrica:

  • stabilisce ogni tre mesi i prezzi massimi per la fornitura di energia
  • promuove interventi di efficienza nel settore energetico
  • controlla che non vengano violate le regole della concorrenza
  • accresce i livelli di tutela del consumatore, accogliendo reclami dagli utenti e cercando di risolvere le controversie tra utenti e fornitori
  • e fornisce assistenza ai clienti finali tramite lo sportello del consumatore, che segnaliamo qui

Altri articoli correlati sulle operazioni con le utenze

Chiama gratuitamente per maggiori informazioni

Info

Redactor

Written by CarolinaD

Aggiornato su 14 Set, 2020