Come richiedere l’allaccio temporaneo per cantiere

Allaccia il tuo contatore temporaneo da cantiere alla rete e assicurati il prezzo dell'energia più basso possibile

Chiamata gratuita - da Lunedì a Venerdì: dalle 9.00 alle 20.00
Sabato: dalle 9.00 alle 17.00

Risparmio garantito grazie alle offerte riservate dai fornitori ai nostri clienti, e non avrai di che pentirti

Info


Sommario L’allaccio temporaneo per cantiere è una procedura che serve a ottenere un allaccio luce che può essere richiesto avendo a disposizione una serie di dati, per un periodo inferiore a 3 anni per lavori.

Allaccio temporaneo per cantiere: info essenziali

Allaccio Temporaneo per Cantiere
Durata Lavori inferiori a 3 anni
Quando richiederlo
  • per lavori di ristrutturazione
  • per costruzione ex novo di un’abitazione
  • per lavori in corso
Procedura
  1. contattare il fornitore
  2. il fornitore contatta il distributore
  3. il distributore invia il preventivo al cliente
  4. dopo che il cliente accetta, il contatore verrà allacciato
Costo
  • costi amministrativi e oneri di gestione: circa 50€ con piccole differenze tra I fornitori
  • quota distanza: circa 185€ fino a 200mt
  • quota potenza: 70€ ogni KW di potenza del contatore
  • richiesta connessioni successive: 27,03€
Tempistiche
  • 5 giorni lavorativi per potenza < 40KW
  • 10 giorni lavorativi per potenza > 40KW

L’allaccio temporaneo per cantiere è una procedura che riguarda da vicino tutti quelli che stanno costruendo una nuova casa ma hanno la necessità di avere energia elettrica nel cantiere. In questi casi spesso non si sa bene a chi rivolgersi e quali siano le tempistiche e i costi, ma si tratta di una procedura piuttosto semplice da attivare.

Innanzitutto si sta parlando di una operazione di allacciamento temporaneo che deve quindi avere un periodo limitato di tempo e una durata inferiore a tre anni. Di solito i tempi di questo allaccio corrispondono alla durata dei lavori di costruzione.

Comunque l’allaccio temporaneo per cantiere dopo tre anni può essere prorogato per altri tre anni previa la richiesta motivata da parte del cliente. Ad esempio nel caso in cui la costruzione di un nuovo edificio non dovesse essere completata entro i termini prestabiliti, si potrà richiedere una proroga del contratto almeno 30 giorni prima della data di scadenza. Insomma, si tratta di una procedura relativamente semplice da richiedere a patto però di avere tutti i dati necessari a disposizione, al fine di operare la scelta giusta ed evitare problemi futuri che possono causare danni anche dal punto di vista economico. Infatti avere l’allaccio luce è determinante per l’esecuzione di lavori, sia che si tratti di semplici lavori di restauro, sia che si tratti di costruire ex novo capannoni industriali o edifici. Diversamente invece, quando si tratta di allacciare la luce per bar o ristoranti, la procedura da seguire e’ più articolata. Rimandiamo all’articolo attraverso il link.

Stabilire la potenza necessaria per il cantiere

Uno dei primi step quando si decide di richiedere l’allaccio temporaneo per cantiere è quello di stabilire quale sia la potenza necessaria. Chiaramente la scelta della potenza dipenderà dalla tipologia di lavori utili alla costruzione dell’edificio. Facendo un esempio concreto:

  • in caso di lavori di ristrutturazione potrebbe bastare fare richiesta per un contatore di 3KW di potenza.
  • Al contrario se invece si parla di un cantiere di costruzione ex novo di una casa, o di lavori complessi, bisognerà richiedere un contatore da 4,5 a 6 KW fino a 10KW.
  • Ovviamente i costi cambieranno all’aumentare della potenza richiesta.
  • Come è facile intuire si tratta di un fattore determinante anche per quanto riguarda i costi finali della richiesta quindi il consiglio è quello di ponderare attentamente per evitare brutte sorprese o di dover poi richiedere l’aumento di potenza in un secondo momento.

I costi dell’allaccio temporaneo per cantiere

Per qualsiasi allaccio temporaneo di luce elettrica bisognerà sostenere dei costi che saranno suddivisi tra:

  • Quota distanza (circa 185 euro fino a 200 metri).
  • Quota potenza (70 euro ogni KW di potenza contatore).
  • Quota fissa di costi amministrativi e oneri di gestione.

allaccio cantiereI costi dell’allacciamento temporaneo luce per cantiere sono quindi molto variabili in quanto dipendono dalle situazioni e dalla potenza richiesta. Dopo aver inviato la richiesta, il distributore locale effettua un sopralluogo così da valutare i lavori di connessione e presentare un preventivo complessivo della spesa da affrontare da parte del cliente. Di solito comunque per un allacciamento in bassa tensione fino a 40 KW bisognerà corrispondere un contributo a forfait variabile sulla base del numero di richieste e della presenza di un attraversamento stradale. Inoltre il preventivo del distributore dovrà avere una validità minima di 3 mesi al decorrere dei quali bisognerà presentare una nuova richiesta di allacciamento.

Allaccio temporaneo luce elettrica non per cantiere

Un cantiere comunque non è l’unico motivo che può spingere un cliente a richiedere l’allaccio luce temporaneo. Esiste infatti anche la possibilità di fare richiesta di allacciamento temporaneo per usi diversi con una durata inferiore a un anno e rinnovabile al massimo solo per un altro anno. A effettuare questa tipologia di allaccio possono essere sia società che persone fisiche e per quanto riguarda i costi si applicheranno le tariffe a bassa tensione per altri usi allaccio temporaneo(BTA). Anche in questo caso, proprio come per l’allaccio temporaneo per cantiere, si affronteranno costi diversi a seconda della potenza richiesta.
Tra gli usi diversi da cantiere per cui richiedere l’allaccio temporaneo ci sono: feste patronali e religiose, eventi politici, feste sportive, sagre, circo, riprese cinematografiche, spettacoli teatrali e riprese televisive. Ma quali sono i costi dell’allaccio temporaneo?

  • Allaccio richiesto per uso prolungato con più utilizzatori: se si richiede un allaccio per uso prolungato nel tempo ma con diversi utilizzatori in momenti differenti, si applicherà il costo forfetario previsto per un allacciamento permanente per la prima realizzazione dell’impianto.
  • Richieste di connessione successive: si applica una quota fissa di 26,83 euro e un corrispettivo in quota fissa di 27,03 euro.
  • Assenza di realizzazione di una cabina di trasformazione MT/BT: se i lavori non richiedono l’installazione di una cabina e la distanza è inferiore a 20 metri dall’impianto esistente si applicherà un contributo a forfait.

La procedura per richiedere l’allaccio per cantiere

A seconda delle esigenze del richiedente, si potrà inoltrare la richiesta di allaccio temporaneo luce per cantiere a due diversi soggetti:

  • Una società di vendita: ci si rivolgerà a un fornitore per stipulare un contratto di fornitura, a quel punto il fornitore trasmetterà la richiesta di allaccio temporaneo al distributore entro 2 giorni lavorativi per l’allacciamento e per l’attivazione contatore.
  • Il Distributore: se si vuole effettuare solo l’allacciamento ma senza l’attivazione dell’utenza con sottoscrizione di contratto di fornitura, allora il cliente dovrà rivolgersi al distributore competente di zona e contattarlo al numero verde.
  1. Una volta contattato il fornitore si aprirà quindi la pratica per l’installazione e attivazione del contatore. La richiesta si potrà effettuare sia fisicamente presso gli sportelli, sia contattando il servizio clienti o inviando una domanda scritta per email o posta che includa anche la potenza del contatore richiesta e l’indirizzo dell’utenza.
  2. Lo step successivo sarà il preventivo del distributore con tanto di costi e tempistiche per l’allacciamento di cantiere. Quindi il cliente dovrà solo decidere se accettare il preventivo senza per questo dover sostenere alcun costo inatteso.
  3. Dopo che il contatore verrà allacciato, i costi dipenderanno chiaramente dall’offerta di fornitura.

Fino al gennaio 2022 si potrà scegliere anche il Mercato tutelato, a partire da tale data verrà meno e si avrà solo più la possibilità di scegliere tra i gestori attivi del mercato libero dell’energia.

Per avere una consulenza gratuita e attivare le migliori utenze per il tuo cantiere, chiamaci adesso!

02 94 75 67 37

Info

I tempi dell’allaccio temporaneo luce di cantiere

tempistichePer quanto riguarda le tempistiche dell’allaccio temporaneo luce di cantiere tutto dipende dalla potenza richiesta. Infatti il tempo di attivazione sarà di 5 giorni lavorativi se si parla di allacciamenti di cantiere con potenza entro i 40 KW e di 10 giorni lavorativi per allacciamenti con potenza superiore ai 40 KW. La scelta della potenza è quindi determinante anche per stabilire i tempi e bisognerà quindi tenerne conto per pianificare per tempo la richiesta.

La richiesta di allaccio temporaneo per cantiere con Enel

Chi volesse richiedere l’allaccio temporaneo Enel per cantiere dovrà avere a disposizione alcuni documenti come:

  • Indirizzo di fornitura.
  • Dati castali riguardo alla concessione edilizia.
  • Dati personali.
  • Dati dell’unità immobiliare.

Bisognerà contattare Enel Energia mediante il Numero Verde 800 900 860 (attivo dal lunedì alla domenica dalle 7 alle 22 escluse le festività nazionali) oppure contattando il servizio clienti al Live Chat sul sito web del fornitore.

La differenza con la richiesta di allaccio normale

La richiesta di allaccio temporaneo luce per cantiere è una procedura diversa dal primo allaccio luce. Si tratta infatti di un allaccio temporaneo che durerà solo il tempo necessario a ultimare il cantiere e potrà essere rinnovato per altri 3 anni sempre nell’ottica di arrivare alla fine dei lavori in caso di rinvii. Per il primo allaccio luce normale comunque si procederà allo stesso modo contattando il distributore locale o un fornitore del mercato libero o maggio tutela. Per capire quale sia il distributore di energia elettrica disponibile si potrà fare riferimento al sito dell’ARERA dove si potrà selezionare la regione, la provincia e il comune così da ottenere in tempo reale i recapiti dell’azienda di distribuzione dell’energia. La richiesta andrà comunque trasmessa al distributore, e non al fornitore, qualora si dovesse richiedere solo l’allacciamento. In questo caso l’operazione si riterrà conclusa con l’installazione del contatore, e non con l’attivazione.

Quindi il consiglio prima di richiedere un allaccio normale o l’allaccio luce temporaneo per cantiere o l’allaccio luce temporaneo per altri usi è quello di capire esattamente quali siano le reali necessità. Ad esempio qualora si dovesse procedere con la costruzione di un nuovo edificio bisognerà per forza di cose richiedere l’allaccio temporaneo cantiere con una potenza elevata superiore ai 4,5KW e così via. I servizi clienti dei distributori saranno comunque a completa disposizione per fornire tutte le informazioni del caso in qualsiasi momento.

Se vuoi le migliori offerte per l’energia di casa tua, chiama adesso!

Info

Redactor

Scritto da CarolinaD

Aggiornato su 11 Gen, 2021