Allaccio luce: tutto quello che devi sapere

Vuoi richiedere un allaccio luce nella tua casa?

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì- dalle 8:30 alle 19:00

Affidati ai nostri esperti, ti aiuteranno nella gestione dei tuoi contratti di fornitura

Notice

Sommario Di seguito potete trovare una pratica guida per l’allaccio delle utenze di energia elettrica. In particolare, troverete chiarimenti riguardanti la costruzione di una nuova abitazione e il relativo allaccio, insieme a informazioni più tecniche.

 

Che tu stia cambiando casa, affittando o trasferendo la tua prima casa, non è una cattiva idea richiedere un allaccio luce prima di trasferirti. In questo modo puoi goderti la tua nuova casa in tutta tranquillità.
Ma cosa devi fare per procedere ad un allaccio luce? Chi devi chiamare e come puoi muoverti?

In poche parole, la tua elettricità proviene da un distributore. Questa è la società che possiede e mantiene tutti i pali, i cavi e i pezzi sottili che forniscono elettricità a casa tua. Anche se cambi rivenditori di energia, avrai comunque lo stesso distributore di elettricità. Questo perché alcuni stati hanno un solo distributore.

Quindi: connettersi. Diamo un’occhiata a tutti i diversi scenari e alle modalità per allacciare la tua elettricità.

Allaccio luce, i passi da fare

Trasloco e allaccio luce

Se ti trasferisci in una nuova casa potresti essere in grado di portare con te la tua attuale offerta di elettricità. Ma a volte quell’offerta non è disponibile al nuovo indirizzo. Perché non cogliere l’occasione per fare qualche ricerca e scoprire nuove offerte? I prezzi dell’elettricità sono in continua evoluzione. È probabile che ci saranno offerte più competitive là fuori.

Qualunque cosa tu scelga di fare, ci sono un paio di formalità prima di cambiare casa:

  • Dai al tuo attuale rivenditore il tuo nuovo indirizzo in modo che possano inviarti la fattura finale
  • Prendi nota delle letture dei contatori prima di spostarti in modo da poterle confrontare con il conto finale
  • Prendi nota delle letture del contatore nel tuo nuovo posto in modo da poterle confrontare con la tua prima fattura

Allaccio luce prima casa

Congratulazioni! Hai acquistato la tua prima casa. Ora dovrai collegare l’elettricità per goderti la vita nella tua nuova abitazione.

Per prima cosa devi ottenere l’affare giusto. Ma quali sono le cose che dovresti considerare quando scegli un’offerta di elettricità per la tua nuova dimora?

  • Le condizioni, i vantaggi e i costi associati all’offerta
  • Ci sono sconti o incentivi?
  • Quanto sono flessibili i termini di pagamento?
  • Ci sono commissioni di uscita se si sceglie di cambiare traccia?
  • Quanto è importante per te l’energia verde o rinnovabile?

Allaccio luce ad una nuova costruzione

Non c’è molta differenza tra il collegamento dell’elettricità a una nuova costruzione e il collegamento a una proprietà esistente.

Molto probabilmente i costruttori avrebbero avuto bisogno dell’accesso all’elettricità durante la costruzione, quindi avranno già installato una linea di servizio. In caso contrario, tu o il tuo costruttore dovrete mettervi in contatto con un appaltatore elettrico autorizzato per identificare quali lavori devono essere eseguiti.

Assicurati di dedicare abbastanza tempo per il completamento del lavoro e per il tuo rivenditore di energia di ispezionare la tua proprietà prima che possa avvenire la connessione.

Affidati ai nostri esperti per una consulenza online sulle offerte luce e gas

02 94 75 67 37

Notice

Confronto di offerte

In questi giorni i rivenditori tendono a competere duramente per il tuo patrocinio, secondo le leggi del libero mercato per quanto riguarda le offerte proposte.

Quali sono i termini chiave che devi guardare quando cerchi un buon affare?

  • Tasso per kWh (questi possono variare notevolmente tra i rivenditori)
  • Spese di fornitura giornaliera
  • Sconti: si applicano all’intera fattura o solo per uso? (Questo può fare una grande differenza nei risparmi)
  • Termini di pagamento: quali sono e sono adatti a te?
  • Quali altri costi sono applicabili? (Per pagamenti con carte di credito)
  • Commissioni per pagamenti in ritardo (è possibile impostare pagamenti con addebito diretto per evitare sanzioni)
  • Ci sono commissioni per un eventuale trasferimento o trasloco? La maggior parte dei piani per l’elettricità è soggetta a un contratto di 12 mesi, ma pochi rivenditori stabiliranno tariffe elettriche per questo periodo di tempo. Molto probabilmente il contratto bloccherà uno sconto percentuale durante il periodo del contratto
  • Eventuali altri termini e condizioni che potrebbero influire sui costi o sul servizio.

Comprensione dei tuoi diritti

La buona notizia è che hai un periodo di riflessione di 10 giorni con tutti i nuovi contratti. Se hai i piedi freddi entro questo periodo, hai il diritto di cancellare il tuo account.

Cambio di rivenditori

Hai trovato un’offerta migliore? Il tuo nuovo rivenditore si organizzerà per far cambiare il tuo servizio, incluso dicendo al tuo vecchio rivenditore le tue intenzioni di cambiare.
Tieni presente che, in genere, la prossima volta che il tuo contatore viene letto, il passaggio al cambio può richiedere fino a 3 mesi. E ricorda, riceverai una fattura finale dal tuo vecchio rivenditore, quindi assicurati di tenere conto di eventuali pagamenti in sospeso.

Quando hai un problema

Se riscontri un problema

Eventuali guasti o emergenze come blackout o problemi di fornitura devono essere indirizzati al proprio distributore. Puoi trovare i loro dettagli di contatto sulla tua ultima fattura, di solito nella sezione “Difetti ed emergenze“.

Connettere l’elettricità, alcune accortezze da seguire

collegamenti elettrici sono in tutta la casa, mettendo in comunicazione interruttori, prese, apparecchi, sezionatori, contatori e interruttori automatici.

Esistono diversi modi per effettuare queste connessioni, ma ciò che deve interessarci è la sicurezza, e la tranquillità domestica derivante dall’avere collegamenti elettrici che dureranno una vita.

Collegamenti allentati possono causare il surriscaldamento dei cavi elettrici e dei dispositivi e costituire un potenziale incendio elettrico.

Ecco perché collegamenti elettrici sicuri sono così importanti. Per realizzare queste connessioni avrai bisogno di un piccolo consiglio e di una guida per effettuare connessioni adeguate su dispositivi, apparecchi e le connessioni importanti del quadro elettrico.
Il filo elettrico di dimensioni adeguate e gli interruttori automatici di dimensioni consone ai fili sono molto importanti. Una connessione allentata può provocare un incendio: la sicurezza elettrica è un affare serio. Verificare queste connessioni prima di accendere qualsiasi cosa. Dai un’occhiata ora alle diverse connessioni elettriche in casa e a come realizzare i progetti da solo.

Collegamenti elettrici da utilizzare e da non utilizzare

Ci sono buoni collegamenti elettrici e alcuni non dovrebbero mai essere fatti. Sebbene i produttori a volte ti offrano la scelta di un paio di punti di connessione diversi, come con interruttori e prese, uno sguardo più attento rivelerà quale connessione dovrebbe essere la tua scelta.

Tenere presenti questi suggerimenti di connessione la prossima volta che si esegue il prossimo progetto di cablaggio elettrico.

Colore, dimensioni e tipi di filo corretti da utilizzare

Prima di poter effettuare i collegamenti elettrici è necessario conoscere:

  1. il tipo di cavo da utilizzare per l’installazione
  2. il colore del filo necessario per l’applicazione
  3. qual è il cavo di dimensioni adeguate per gestire il carico del circuito

Per gli elettricisti i colori dei fili sono una chiara indicazione di utilizzo e caratteristiche, identificano infatti se il filo è caldo, neutro o di terra.
Avere il filo delle dimensioni giuste per gestire l’ampiezza che lo attraversa è altrettanto importante. Anche la dimensione del filo varia, a seconda del tipo di filo che si sta installando. Seguendo i passaggi adeguati, installerai i circuiti elettrici nel modo giusto e avrai una casa più sicura per questo.

Collegamenti elettriciCollegamenti elettrici

Effettuare i collegamenti corretti ai componenti del servizio elettrico aiuterà a mantenere il flusso di elettricità senza problemi. Prima di provare a collegare un contatore elettrico, scollegare, quadro elettrico o sotto-pannello, assicurarsi di sapere dove posizionare i fili su ciascuno.

Collegamenti dei dispositivi elettrici

I dispositivi elettrici devono essere cablati correttamente per rendere i collegamenti elettrici sicuri e protetti. Alcuni apparecchi richiedono solo prese da 120 volt, ma altri hanno bisogno di prese da 240 volt. Il semplice collegamento dei cavi ai terminali del dispositivo non è sufficiente. È necessario conoscere il modo corretto per effettuare una connessione sicura e funzionale per gli anni a venire.

Affidati ai nostri esperti per una consulenza online sulle offerte luce e gas

02 94 75 67 37

Notice

Allaccio luce, esempi a confronto

IREN

Sei utente Iren? Quanto costa in questo caso il nuovo allaccio luce Iren?

Il prezzo dell’operazione viene calcolato in base alla tipologia servizio scelta. Iren propone alcune offerte pensate per diverse esigenze e abitudini dell’utente, e vantaggiose nell’attuale scenario liberalizzato dell’energia. Grazie ad un’accurata scelta delle offerte disponibili potrai contenere le spese e risparmiare energia elettrica.

ACEA

Sei utente Acea? Ecco cosa tenere a portata di mano per allaccio luce Acea:

  • Il tuo codice fiscale
  • Il documento d’identità valido
  • Il titolo di possesso
  • I dati catastali dell’immobile
  • Il documento di edificazione dell’immobile (DIA/SCIA, concessione edilizia)

Accedi all’area riservata MyAcea e inserisci i dati che ti verranno richiesti. In seguito:

  • Attendere il sopralluogo di un incaricato tecnico
  • Valutare il preventivo che ti verrà fornito.

A2A

Sei utente a2a? Se hai già provveduto all’allaccio luce a2a, puoi trovarti in una di queste situazioni:

  • Il tuo contatore non è installato, devi richiedere l’installazione e la prima attivazione
  • Il tuo contatore di energia elettrica è già installato, devi richiedere la prima attivazione.

Cosa fare per richiedere la prima attivazione di un contatore luce e gas? Per inoltrare la richiesta di prima attivazione del tuo contatore gas o energia elettrica potrai scegliere una tra le tre modalità descritte:

  • Compilare e inviare il modulo al seguente numero di fax 030/2057516 e dopo chiamare il numero verde.
  • Compilare e inviare il modulo alla seguente email pose.nuove@a2a.eu e successivamente, per completare la richiesta, contattare il numero verde.
  • Consegnare il modulo Atto presso gli sportelli.

Quali dati servono per la richiesta di attivazione dei servizi?

  • nome e cognome o ragione sociale dell’intestatario del contratto
  • codice POD e/o codice PDR comunicato dal Distributore locale
  • codice fiscale e/o partita IVA dell’intestatario del contratto
  • recapito dove inviare le bollette
  • recapito telefonico
  • indirizzo di residenza/sede legale della società
  • e-mail
  • indirizzo di fornitura
  • dati catastali dell’immobile
  • la titolarità in base alla quale si occupa l’immobile per il quale si richiede la fornitura (Proprietà, Locazione, Usufrutto, ecc.)
  • tipo di uso (se domestico o non domestico)
  • potenza richiesta per il contatore di energia elettrica
  • apparecchi a gas che si utilizzano

Se la richiesta viene effettuata da un soggetto diverso dall’intestatario, occorre sempre allegare la delega con copia del documento di identità in corso di validità, dell’intestatario del contratto (in caso di uso domestico) o da parte del soggetto titolato ad agire per conto della società/condominio (in caso di uso non domestico).

Per ogni ulteriore informazione potete trovare qui sul sito di Arera ogni dettaglio su allaccio luce, costi, tempi e procedure.

Chiama questo numero gratuitamente per ricevere assistenza sulla gestione dei tuoi contratti luce e gas

Notice

Redactor

Written by gaiav

Updated on 6 Apr, 2020

Comments

star star star star star

Learn more about our process for controlling and publishing ratings